Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 28 gennaio - Aggiornato alle 10:20

Cenone di Capodanno, un insolito menù vegetale firmato da chef umbri

Quattro piatti facilmente replicabili che trasformano la notte di San Silvestro in un tripudio di ortaggi, legumi, radici e tuberi dei boschi e campagne della regione

Il dolce della terra del Ristorante Origine di Terni

di D.N.

Un insolito menù vegetale firmato da quattro chef umbri per celebrare Capodanno. Quattro piatti che trasformano il cenone di San Silvestro in un tripudio di ortaggi, legumi, radici e tuberi dei boschi e delle campagne della nostra regione. Ecco di seguito qualche idea di piatti gourmet vegetariani ma facilmente replicabili a cura di Enrico Pistoletti del Ristorante Aldìvino di Corciano, Paolo Trippini ed Enrico Grillo del Ristorante Trippini di Civitella del Lago, Giacomo Ramacci dell’Officina dei Sapori di Gubbio, Maurizio Serva e Luigi Ficca del ristorante Origine di Terni.

Antipasto Enrico Pistoletti chef del Ristorante Aldìvino di Corciano propone un antipasto vegetale con due entrée: l’Hummus di Fagiolina del Trasimeno e la Cipolla di Cannara fondente, con Caprino. Lo chef dedica grande attenzione all’utilizzo dei vegetali e all’Aldivino non mancano mai piatti vegetariani creativi e sempre in linea con lo stile moderno del ristorante. Una vera scoperta anche per chi non segue questo stile alimentare.

Primo Chef Paolo Trippini ed Enrico Grillo del Ristorante Trippini di Civitella del Lago rilanciano un piatto presentato lo scorso ottobre alla prestigiosa kermesse dedicata alla cucina gourmet, Emergente Chef di Luigi Cremona e Lorenza Vitali. Tubetti al Parmigiano affumicato, rapa rossa, passata di pomodoro verde e funghi maturati.

Secondo Chef Giacomo Ramacci dell’Officina dei Sapori di Gubbio che ha dedicato ai vegetali un intero menù degustazione dal nome “Tuberi e Radici”, propone Purè alla robochun con cavolfiore grigliato, uovo pochè fritto e tartufo bianco.

Dolce Maurizio Serva e Luigi Ficca del ristorante Origine di Terni concludono il menu con Il Dolce della Terra: patate, rapa rossa, gelato al Tartufo e funghi Porcini. Presentato alla kermesse i Dolci d’Italia e raccontato sulle pagine di importanti riviste di settore, tanto da essere definito un equilibrio perfetto di ingredienti vegetali dei boschi e delle campagne umbre, che diventano un dolce “poco dolce” ma estremamente goloso.

I commenti sono chiusi.