Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 gennaio - Aggiornato alle 06:32

Cena al buio per sensibilizzare sulla disabilità visiva: «Assaporare senza vedere»

Appuntamenti a Terni e Orvieto, Uici in campo: «Brivido del buio, riscoprire la meraviglia di tutti gli altri sensi»

Photo Creative Vix by Pexels

Un’esperienza sensoriale dove il tatto, l’udito, l’olfatto e il gusto sono i protagonisti. È questo l’obiettivo della Cena al buio organizzata dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti della sede territoriale di Terni per sensibilizzare i partecipanti in merito alla tematica della disabilità visiva. Un’occasione per assaporare senza vedere, per riscoprire con meraviglia le potenzialità di tutti gli altri sensi. Le serate in programma sono due: una a Terni, lunedì 5 dicembre, alle 20,15, all’hotel De Paris, l’altra per la prima volta a Orvieto, martedì 6 dicembre, sempre alle 20 e 15, al risto-pub ‘Le mille e una notte’.

Cena al buio Terni e Orvieto «Inizieremo da una sala oscurata per poi entrare in contatto con il senso del vuoto, il brivido del buio, l’ascolto di rumori solitamente ignorati, percependo solo quello che sentiamo, tocchiamo e annusiamo – dice Daniele Maccaglia, presidente di Uici Terni – odori, sapori e sensazioni, che partono dal prendere confidenza con lo spazio circostante. Tra una portata e l’altra sarà naturale lasciarsi coinvolgere in un gioco di riconoscimenti e sperimentazioni percettive». Per informazioni dettagliate sulle due serate con la Cena al buio, il cui ricavato sarà devoluto all’associazione 0744 402119, 338 2989234.

I commenti sono chiusi.