Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 9 agosto - Aggiornato alle 00:23

‘Pizza sotto lu focu’ a Montefranco e ‘Castellonando’ nel Ferentillese, fine luglio di festa anche a Calvi

Sagra della pasta e del supplì e serate danzanti: come diverstirsi in piena estate nei suggestivi borghi in provincia di Terni

foto archivio

Due fine settimana all’insegna delle buone tradizioni culinarie locali e del divertimento. Il tutto unito alla possibilità di visitare borghi suggestivi e caratteristici. Esplodono le serate di questo fine luglio a Calvi, Castellone di Ferentillo e Montefranco.

Pasta e supplì A Calvi dell’Umbria (Terni) la proloco organizza due week-end ricchi di buoni sapori e di musica da ballo. Sabato 23 e domenica 24 si comincia con la ‘Sagra della Pasta’, un classico al quale quest’anno gli organizzatori hanno deciso di aggiungere un’altra specialità locale: il supplì. Nel week-end sabato 30 e domenica 31 luglio la ‘festa’ si trasferirà presso la secolare pineta situata nelle alture intorno a Calvi per due appuntamenti dedicati al ballo e al divertimento. Prima però non può mancare una escursione nel paese per ammirare i ‘murales’ o le ‘finestre’ naturali del piccolo borgo ternano. Pasta e supplì sono il piatto forte della cucina casereccia di questa parte dell’Umbria, e Calvi si è sempre distinta nel portare in tavola questo tipo di piatti. La Pro Loco, per l’ora di pranzo nelle due giornate, dà appuntamento agli avventori presso la Taverna ricavata all’interno dell’antico Monastero che per alcuni secoli ha ospitato le suore Orsoline. Alla sera, invece, si potrà mangiare sia all’interno che nei grandi  giardini adiacenti il Monastero che si trasformeranno in un grande spazio dove poter gustare al fresco le specialità del posto. In cucina si alterneranno le cuoche volontarie del paese, che con mani sapienti prepareranno sughi e condimenti che danno dei formidabili sapori ai piatti che verranno portati in tavola. Nelle due serate di fine mese verrà dato largo spazio al divertimento, nella fattispecie al ballo. Sul palco ai piedi della pineta si alterneranno le orchestre di Samuele Biribicchi (sabato 30) e quella degli Argento Vivo (domenica 31 luglio). Anche in questa occasione non mancheranno gli stand gastronomici che consentiranno ai presenti di poter gustare tante specialità della cucina locale. Per coloro che decideranno di arrivare a Calvi con qualche ora di anticipo, tour tra i ‘Murales’, e ‘finestre’ naturali che si aprono di tanto in tanto alla vista del visitatore, passeggiando tra le viuzze del borgo.

Montefranco In Valnerina, alla riscoperta di antichi sapori e tradizioni, torna la sagra de ‘la pizza sotto lu focu’. «L’usanza, risalente alla notte dei tempi, delle nostre nonne di impastare la farina, grande prodotto della civiltà contadina, con acqua e sale per farne una saporita focaccia da mettere a cuocere nel focolare sotto la brace e la cenere, è stata riscoperta e valorizzata con la sagra in questione», fanno sapere gli organizzatori. Il merito va all’ Asd Montefranco, guidata da persone motivate, legate alle tradizioni del proprio paese, che quindici anni fa hanno dato vita a questa manifestazione che, oltre a riproporre i piaceri ed i gusti di una volta, hanno fatto conoscere il paese ed il territorio, promuovendo le bellezze di Montefranco con la presenza ogni anno di migliaia di partecipanti. La sagra è giunta alla quindicesima edizione e dal paese oltre a una vista mozzafiato sulla vallata, fino al 24 e dal 27 al 31 ogni sera c’è un forno pronto a lavorare per deliziare centinaia di palati: pizze servite caldissime permettono di gustare sapori antichi come le salsicce locali unite alla cicoria di campagna, condita con l’impareggiabile olio extra vergine di oliva delle colline Montefrancane, assieme al formaggio di montagna ed al prosciutto; per finire, la pizza “sotto lu focu” farcita con la nutella e i vini locali sono la giusta appendice a un menù da leccarsi i baffi. Naturalmente non manca la musica ad allietare tutte le fresche e piacevoli serate estive sotto le stelle. Il mastro pizzettaro Vincenzo (in arte Zorro), è pronto per la kermesse. Nelle serate del 27/28/29/30/31 Luglio è prevista, come di consueto, una mostra retrospettiva fotografica ‘Il novecento a Montefranco: vita, costumi e tradizioni’, la storia del paese attraverso le immagini che vanno dai primi del ‘900 agli anni novanta.

Fine luglio I due week-end che restano da qui al termine del mese sono anche quelli del grande ritorno di Castellonando, al Castellone di Ferentillo. Un appuntamento che manca da ben cinque anni. Previsti percorsi enogastronomici, serate danzanti e la presentazione del trailer ‘Su queste montagne’ di Andrea Sbarretti. In più il programma religioso per Sant’Anna con benedizione delle gestanti martedì 26 alle 11 e balli in piazza. Si alterneranno le orchestre Alex Ventura, Emanuele Fedeli e Bulli e pupe.

I commenti sono chiusi.