venerdì 20 luglio - Aggiornato alle 22:33

Bevagna, la ‘Festa della Nocciola’ mette in vetrina il gustoso frutto in guscio: crescono coltivazioni e impianti

Dopo l’anteprima di novembre, dal 28 al 31 dicembre la manifestazione entra nel vivo. Gran finale il 6 gennaio con la ‘Maratonina dei noccioleti’

nocciole di bevagna
Le nocciole protagoniste a Bevagna

di Dan. Nar.

Tutto pronto a Bevagna per la ‘Festa della Nocciola’. Dopo il successo dell’anteprima di novembre, dal 28 al 31 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 nel suggestivo borgo medioevale tornano protagoniste le nocciole di qualità. La manifestazione nasce sia per valorizzare Bevagna, che questo suo prodotto tipico dal sapore dolce e gustoso, diverso dalle nocciole delle altre regioni. L’evento, in piena atmosfera natalizia, porterà lungo le vie del centro storico caratteristici banchi abbelliti dai prodotti tipici del territorio. Ed arriva in un momento in cui stanno crescendo le coltivazioni nel territorio, con un previsto aumento anche degli impianti.

Piatti a base di nocciole Anche per questa sesta edizione la maggior parte degli esercizi commerciali con entusiasmo ha aderito proponendo iniziative a tema e mettendo a disposizione spazi e collaborazioni, i ristoranti del posto cucineranno piatti tipici a base di nocciole, dall’antipasto al dolce, nei bar si potrà assaporare il caffè alla nocciola, dolci e gelati e i negozi saranno addobbati con nocciole. Sarà una festa della campagna del Km 0, della terra e del lavoro dei campi. Inoltre, una serie di incontri organizzati faranno conoscere la nocciola e le sue proprietà alla presenza di personalità del mondo della politica, delle associazioni di categoria e della cultura.

Visita ai noccioleti Nel corso della festa si potranno visitare i noccioleti della zona e ricevere una piantina di nocciole da riportare a casa e coltivare sul balcone. Chi vorrà, inoltre, potrà adottare un albero del gustoso frutto. A scopo promozionale saranno distribuiti sacchetti di nocciole a tutti i partecipanti, come degustazione e in maniera gratuita, grazie al progetto presentato dal Comune di Bevagna a valere sulla misura del P.S.R. dell’Umbria 16.2.4.

Programma Entrando nel dettaglio del programma, che prevede per tutte le giornate l’apertura degli stand dalle ore 10 alle 20, giovedì 28 dicembre alle 11 sarà inaugurata la mostra fotografica di Franco Guida ‘Bevagna e i suoi angoli segreti’. Il via ufficiale della manifestazione è fissato per le 16, alla presenza del presidente dell’associazione ‘La Nocciola di Bevagna’, Antonio Pirillo, della presidente del consiglio regionale, Donatella Porzi, del sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa, e di altri rappresentanti e autorità del territorio. Tra le proposte di venerdì 29 il corso sulla varietà di nocciole a cura di Irma Brizi, direttore associazione nazionale Città della Nocciola e nel pomeriggio un interessante convegno sull’alimentazione. Sabato 30 alle ore 16.30 l’incontro sul tema dei noccioleti dove, insieme agli esperti, sarà presente anche il vicepresidente della Provincia di Perugia, Roberto Bertini. Domenica 31 continua l’esposizione delle nocciole con gli stand e le mostre di pittura e scultura di artisti vari. Tutti i pomeriggi Rossano Mattioli, dell’associazione Fermentum, accompagnerà i visitatori con il veicolo elettrico ‘CCAR-CO2 for all’ alla scoperta dei noccioleti della zona. Gran finale il 6 gennaio con la prima edizione della ‘Maratonina dei noccioleti’ con partenza alle ore 9.30.

Crescono le coltivazioni «Una festa importante per Bevagna – afferma il sindaco Falsacappa – perché è organizzata da un’associazione formata da volontari che hanno creduto nella coltivazione della nocciola. La manifestazione in questi anni è cresciuta e ha coinvolto molti soggetti motivati da un’idea ben precisa, ovvero, dare lavoro alle persone e in particolare ai giovani». «Possiamo con soddisfazione affermare – dichiara l’organizzatrice Severina Trabalza Marinucci – di aver ottenuto ottimi risultati negli anni precedenti. La produzione di nocciole nel territorio e nei comuni della vallata è notevolmente aumentata e possiamo senza dubbio affermare che anche nei prossimi anni ci sarà un aumento degli impianti». Sulla stessa linea il presidente dell’associazione ‘La Nocciola di Bevagna’, Antonio Pirillo, che sottolinea le proprietà della nocciola: un prodotto ricco di qualità, gustoso e utile dal punto di vista culinario. «In poco tempo a Bevagna – osserva Pirillo – sono nate coltivazioni di nocciole e stanno aumentando gli ettari di terreno coltivati e coltivabili, in quanto anche dal punto di vista economico è un prodotto che rende. Tra le proposte dell’associazione a breve verranno organizzati incontri per far conoscere al meglio tutte le potenzialità del gustoso frutto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.