venerdì 23 agosto - Aggiornato alle 10:54

Bartender di Terni selezionato per la competizione nazionale Jameson whiskey

Marco Natali in concorso sognando Dublino: il 6 maggio a Roma presenta ‘Filomè’, ecco il cocktail che sa di Umbria

 

di M. R.

Si è iscritto alla competizione nazionale Jameson (from glass to farm)indetta dalla casa produttrice dell’omonimo whiskey  irlandese ed è stato selezionato per la finale di Roma: la ricetta di Marco Natali, l’ideatore di Occca che oggi per lavoro vive a Bologna ma ha lasciato il cuore a Terni, è risultata tra le migliori di tutti i partecipanti d’Italia. Il giovane bartender è convocato nella Capitale il prossimo 6 maggio. Sarà lì che potrà finalmente presentare e quindi far assaggiare il suo cocktail, ‘Filomè’.

Marco Natali in finale «Intanto con il nome – spiega – ho voluto omaggiare la Corsa all’Anello di Narni». È infatti il titolo della filastrocca che accompagna il periodo della festa di San Giovenale alle taverne, dove si gioca a sorsi di vino rosso. Non solo. Come richiesto espressamente dalla Jameson, Natali nell’elaborazione del drink ha utilizzato tutti prodotti umbri, a cominciare da uno degli ingredienti fondamentali per fare il Pampepato: «Ho utilizzato il mosto cotto di Roberto Giulivi e inoltre un home made chiamato Vinum Falernum da me. Il falernum – spiega – è una sorta di orzata usata nella miscelazione tiki. Io l’ho reinterpretata con solo materie prime umbre: il vino Trebbiano di Zanchi al posto del rhum, i semi di girasole ‘Torre colombaia’ al posto delle mandorle, semi di finocchietto e il miele di Tiglio di Nulli (apicoltore che vende al mercatino ternano del mercoledì)». Tra gli ingredienti base ovviamente c’è anche il Jameson. Natali è pronto a stupire: chi trionfa a Roma il 6 maggio prossimo, accede alla competizione internazionale e vola a Dublino; un’occasione da non perdere.

I commenti sono chiusi.