martedì 17 luglio - Aggiornato alle 13:58

Associazione italiana sommelier, l’umbro Sandro Camilli nominato membro della Giunta esecutiva

Il presidente di AIS Umbria, sommelier di lungo corso e degustatore ufficiale, fa il suo ingresso all’interno dell’organo impegnato nella valorizzazione della cultura del vino

Nella foto, a destra, Sandro Camilli

di D.N.

Sandro Camilli, presidente di AIS (Associazione Italiana Sommelier) Umbria, è stato nominato membro della Giunta Esecutiva Nazionale di AIS Nazionale. Sommelier di lungo corso, degustatore ufficiale e relatore, recentemente confermato nel suo ruolo di presidente regionale di AIS alle elezioni in Umbria tenutesi lo scorso 9 giugno, avrà ora il delicato e impegnativo compito di sedere all’interno dell’organo operativo della prima prestigiosa Associazione impegnata nella qualificazione della figura del sommelier e nella valorizzazione della cultura del vino in Italia e all’estero.

Prima volta L’annuncio dell’investitura di Camilli è arrivato in questi giorni da parte del presidente di AIS Nazionale, Antonello Maietta. Una prima volta nella storia dell’AIS Nazionale: non era infatti mai accaduto che un presidente regionale entrasse a far parte della Giunta esecutiva. «Per prima cosa – ha avuto modo di commentare Camilli – voglio ringraziare di cuore il presidente Maietta per l’onore che mi ha concesso. Come ho già detto a lui personalmente, questo riconoscimento lo condivido con tutta l’Ais Umbria, a partire dai collaboratori più stretti per finire con le tante persone che volontariamente lavorano dietro le quinte e senza le quali non riusciremmo a raggiungere i successi che otteniamo. So già che il compito sarà molto impegnativo, ma lo affronterò con grande umiltà e senso di responsabilità, cercando di imparare da chi ha più esperienza di me, garantendo che il contributo in termini di impegno e determinazione sarà totale, al fine di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissi. Nella speranza di essere all’altezza della situazione per ripagare la fiducia avuta, allo stesso tempo, assicuro che rappresenterò in Giunta tutti i presidenti in egual maniera». Camilli avrà il compito delicato e impegnativo di seguire tutti gli eventi nazionali, facendoli crescere e armonizzandoli nello stile AIS. Un incarico importante, tra le fondamentali mission dell’associazione stessa.

Rappresentanza «Con questa nomina – ha aggiunto il presidente nazionale Maietta – diamo voce alle aspettative di molti presidenti regionali di avere una loro rappresentanza all’interno dell’organo esecutivo dell’associazione». La Giunta è composta da tre membri nominati, attraverso un’operazione collegiale, dal presidente e dal vicepresidente nazionale. Nell’ordinamento dell’Associazione, affianca il Consiglio Nazionale, composto da 9 consiglieri eletti su base nazionale e dai 22 presidenti regionali. «La nomina di Camilli – prosegue Maietta – inaugura una stagione di rinnovamento per AIS: lo standard è infatti nuovo, dato che ad oggi i membri della Giunta venivano scelti tra i 9 Consiglieri nazionali, eletti ogni 4 anni in AIS. Una scelta che nasce da più di una logica: anzitutto avevo intenzione che i membri della Giunta fossero idealmente provenienti dalle varie aree geografiche d’Italia. Un elemento di collegamento molto più forte con le regioni che compongono l’associazione. Camilli è un presidente che ha dimostrato nel tempo di essere molto vicino ai suoi colleghi. È profondo conoscitore delle esperienze più variegate della regione e del territorio».

Eventi nazionali A Camilli, come detto, è assegnata una delega specifica, quella strategica e delicata dell’organizzazione degli eventi. «Il successo delle manifestazioni di promozione della cultura del vino organizzate in Umbria – conclude a riguardo Maietta – è stato determinante nella scelta. Camilli e tutta AIS Umbria conducono e organizzano manifestazioni importanti sulla cultura del vino con uno stile unico, di respiro nazionale e internazionale, raggiungendo numeri incredibili grazie alla loro propensione e competenza». Camilli sarà affiancato in Consiglio Nazionale dal presidente di AIS Sicilia, Camillo Privitera, che potrà aggiungere il contributo maturato nella sua attività professionale. Nei prossimi giorni, inoltre, verranno nominati gli altri due membri della Giunta esecutiva. L’investitura di Camilli, comunicata dal presidente Maietta, arriva a seguito della grande tornata elettorale che ha interessato le delegazioni e la struttura tutta di AIS, a livello locale e nazionale. Nello specifico, nell’appuntamento alle urne dello scorso 9 giugno, i soci hanno eletto i propri vertici nazionali e locali. Antonello Maietta e Roberto Bellini sono stati riconfermati alla presidenza e alla vicepresidenza dell’AIS e continueranno per i prossimi quattro anni il lavoro portato avanti nei due mandati precedenti (2010-2014 e 2014-2018). In Umbria, insieme al riconfermato presidente Camilli, ci saranno: i Consiglieri regionali Baiocchi Anna Chiara, Grimani Gian Luca, Ferracchiato Emanuela, Roselli Paolo, Spinelli Debora. Alle singole delegazioni, i consiglieri: Gubbiotti Michelangelo (Assisi-Nocera Umbra); Tiziana Croci (Città di Castello); Belardi Cristian (Gubbio); Daniela Filippucci (Montefalco-Spoleto); Pietro Marchi (Perugia-Trasimeno); Orlandi Maurizio (Terni); Luca Rosati (Todi); Rota Ennio e Alessandro Montrone (Organo di Controllo Regionale), quest’ultimo eletto come Revisore Legale supplente.

 

I commenti sono chiusi.