domenica 16 febbraio - Aggiornato alle 23:37

Alla ricerca del miglior sommelier del Sagrantino con il concorso che valorizza la professione e il vitigno

La finale a Montefalco con professionisti da tutta Italia per il trofeo che punta anche ad incrementare la conoscenza del Sagrantino

Francesca Penzo, vincitrice del concorso 2019

di D.N.

Sono 18 i candidati semifinalisti che il 24 febbraio si sfideranno per aggiudicarsi il trofeo del Gran Premio Sagrantino 2020, a Montefalco. Il concorso, giunto alla sua 12esima edizione, vede sfidarsi i Sommelier dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) da tutta Italia, per conquistare, assieme al titolo di Miglior Sommelier del Sagrantino, una borsa di studio finalizzata alla conoscenza e allo sviluppo del Montefalco Sagrantino.

Corsi formazione In prima fila, nell’organizzazione del concorso, l’AIS Umbria, da sempre impegnata, insieme all’associazione nazionale, nella formazione professionale della figura del Sommelier, in particolare attraverso l’organizzazione di corsi di formazione articolati su tre livelli. Proprio a partire dal 27 febbraio, AIS Umbria ha programmato l’inizio dei corsi del primo livello presso le delegazioni di Assisi, e a seguire Foligno, Todi, Perugia e Città di Castello (tutte le info sono reperibili sul sito www.aisumbria.it).

Gran Premio Sagrantino L’edizione del Gran Premio Sagrantino 2020, riservata ai Sommelier AIS, si articolerà il 24 febbraio in due fasi: al mattino si svolgerà la semifinale (non aperta al pubblico), a partire dalle 9.30 presso il Consorzio Tutela Vini Montefalco di Montefalco. Si tratta di una prova scritta, con la compilazione di un questionario e l’analisi organolettica “alla cieca” di due vini. La finale (questa volta aperta al pubblico) si svolgerà nello stesso giorno, alle ore 15, con la degustazione di tre vini “alla cieca” a base Sagrantino, una prova di abbinamento cibo/vino, una prova di servizio e una di comunicazione. In giuria, insieme al Presidente Consorzio Tutela Vini di Montefalco, Filippo Antonelli, alla Sommelier vincitore dell’edizione precedente del concorso, Francesca Penzo, e a un Giornalista esperto di enogastronomia, anche i rappresentanti apicali dell’Associazione Italiana Sommelier e di AIS Umbria.

Anteprima Sagrantino Negli stessi giorni, il 24 e il 25 febbraio, si terrà l’Anteprima Sagrantino, con la presentazione della nuova annata di Montefalco Sagrantino DOCG, la 2016. Durante la rassegna, promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, verrà presentata agli operatori e alla stampa internazionale specializzata la nuova annata di Montefalco Sagrantino DOCG (il Sagrantino necessita infatti di un lungo periodo di affinamento per un totale di 37 mesi). Saranno inoltre presentate le nuove annate di Montefalco Rosso DOC, Montefalco Rosso Riserva DOC, Montefalco Bianco DOC, Montefalco Grechetto DOC, Spoleto DOC. Agli operatori sarà affidato anche il delicato compito di valutare l’annata 2016 di Montefalco Sagrantino DOCG, giudizio che si affiancherà a quello delle Commissioni interna ed esterna.

I commenti sono chiusi.