sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 10:41
14 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:20

Gli studenti universitari in diretta streaming con la sala operatoria, per la prima volta in Italia

Collegamento da Perugia e Chieti, svolta nella tele medicina: potranno intervenire in remoto i migliori specialisti in tempo reale

Gli studenti universitari in diretta streaming con la sala operatoria, per la prima volta in Italia

Studenti di Medicina dell’università di Perugia e Chieti hanno seguito, dalle rispettive aule didattiche, interventi chirurgici, eseguiti in contemporanea da altrettante equipe di urologi. Si è trattato della prima applicazione in Italia di attività didattica e di formazione utilizzando le moderne tecnologie robotiche, con possibilità di seguire in diretta le modalità di approccio e di esecuzione degli interventi utilizzando l’occhio del chirurgo.

I particolari «L’innovazione tecnologia apre nuove frontiere di telemedicina – sottolinea il pofessore Ettore Mearini, direttore della struttura complessa interaziendale di chirurgia urologica minivasiva con l’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia- , permettendo così ai futuri medici di vedere la patologia all’interno del paziente, e non da dietro le spalle del chirurgo. Altrettanto importate – aggiunge  Mearini- è la possibilità di far intervenire gli occhi e l’esperienza di più professionisti da ogni sede collegata al fine di realizzare il migliore intervento chirurgico possibile». In diretta streaming hanno voluto sottolineare l’importanza dell’evento i rettori delle due università Franco Moriconi e Carmine Di Ilio e il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Perugia Emilio Duca. Gli interventi chirurgici eseguiti dalle due equipe hanno riguardato una neoplasia prostatica in un paziente di 56 anni di Perugia e una neoplasia del rene a Chieti. Entrambi gli interventi sono stati condotti con l’ausilio robotico. Nel pomeriggio, tenuto anche conto della qualità del collegamento, si è proseguito con questa innovazione didattico-assistenziale con altri interventi chirurgici del tratto gastroenterico da parte dell’equipe del professore Annibale Donini a Perugia e del professore Paolo Innocenti direttore del dipartimento di Chirurgia e coordinatore dell’evento per la sede di Chieti. Gli oltre 100 studenti dei due auditorium hanno manifestato al professore Mannarino, presidente della Scuola di medicina e al professore Vito Peduto, presidente del corso di laurea, il loro entusiasmo «per aver potuto vedere e commentare per la prima volta dettagli anatomici e di tecnica chirurgica di elevato valore didattico».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250