sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 22:37
11 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:14

Fontivegge, dall’ex Upim alla nuova biblioteca: Comune chiede quattro milioni per quattro progetti

Coworking, laboratori, la casa dei fumetti, un centro anziani e spazi per uffici e famiglie: giunta partecipa al bando della Regione per la riqualificazione e la sicurezza delle periferie

Fontivegge, dall’ex Upim alla nuova biblioteca: Comune chiede quattro milioni per quattro progetti
La stazione di Fontivegge

Quasi quattro milioni di euro. A tanto ammontano i costi dei quattro progetti preliminari, tutti concentrati nell’area di Fontivegge, approvati giovedì dalla giunta comunale di Perugia. I soldi per la loro realizzazione potrebbero arrivare grazie alla partecipazione al bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, che scade il prossimo 29 agosto. Il primo progetto riguarda il restauro e il consolidamento dell’ex scalo merci, dove troverà posto la Biblioteca delle nuvole (che oggi ha la sua sede a Madonna Alta, all’interno della scuola «Pascoli») e laboratori di arti grafiche e multimediali, con lo scopo di promuovere attività creative e innovative per i giovani; il secondo, del quale si parla da tempo, prevede il recupero della palazzina Rfi per realizzare spazi da destinare a sede della Croce rossa italiana e a uffici pubblici.

I progetti Tra Comune e Rfi, proprietaria della palazzina, c’è già un protocollo d’intesa con cui la società si impegna a cedere al Comune gli edifici, per i quali è previsto un investimento da 300 mila euro, mentre per l’ex scalo merci servono 1,4 milioni di euro. Il terzo progetto (la cifra richiesta è di 440 mila euro) riguarda, invece, la realizzazione di un coworking nel portico sottostante l’ex Upim, dove ora ci sono le fermate dei bus, anche in questo caso con l’obiettivo di favorire le attività professionali giovanili. Ultimo progetto, il più consistente a livello economico (l’importo dei lavori previsto è di 1,730 milioni di euro), è quello che riguarda la realizzazione di un nuovo centro anziani, uffici di cittadinanza, una sala per family hub e spazi per le associazioni più una sala polivalente, nell’edificio di via Diaz che attualmente ospita uffici comunali e un centro anziani; questi ultimi, se i finanziamenti saranno ottenuti verranno demoliti e ricostruiti con criteri più moderni.

AGENDA URBANA, 11 MILIONI PER FONTIVEGGE

Aree verdi «Ai quattro progetti approvati oggi – spiega la giunta in una nota -, che si vanno ad aggiungere a quelli già previsti nell’ambito di Agenda urbana, ne seguiranno altri nei prossimi giorni, tutti finalizzati alla partecipazione al suddetto bando per il finanziamento, con l’obiettivo, da parte dell’Amministrazione, di proseguire nella riqualificazione e sviluppo della sicurezza del quartiere di Fontivegge e delle aree limitrofe». Tutti gli interventi verranno presentati nel dettaglio nel mese di settembre. Della cura del verde, al centro delle polemiche sollevate in questi giorni non solo dal Pd ma anche da pezzi di maggioranza, si occupa invece un’altra delibera approvata giovedì, che ha lo scopo di «favorire l’inclusione sociale e l’integrazione dei migranti – sottolinea palazzo dei Priori -, attraverso lo svolgimento di attività volontarie e gratuite di pubblica utilità, promosse dal Ministero dell’Interno».

Manutenzione In pratica i migranti dovranno occuparsi della manutenzione e della pulizia di spazi verdi e interventi diversi sul decoro urbano nelle aree di San Marco e di San Giovanni del Pantano. Per la sua realizzazione, sarà firmato a breve un protocollo d’intesa tra il Comune e la Diocesi di Perugia, promotrice della collaborazione, in cui la stessa Diocesi, attraverso la Caritas, si impegna a effettuare la formazione dei volontari (a farsi avanti sono stati in 15, divisi in tre squadre), a provvedere alla loro copertura assicurativa, nonché all’acquisto delle attrezzature e dei dispositivi di protezione necessari per lo svolgimento delle attività.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250