lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:21
5 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:15

Fondazione Carit, servizi per l’infanzia e turismo accessibile: bandi per 200 mila euro

Gli avvisi saranno pubblicati il 12 settembre, intanto resi noti i requisiti necessari

Fondazione Carit, servizi per l’infanzia e turismo accessibile: bandi per 200 mila euro
Fondazione Carit (foto Rosati)

Servizi per bimbi da zero a tre anni e promozione del turismo accessibile. Questi i due bandi che si prepara a pubblicare la Fondazione Cassa di Risparmio di Terni, con le proprie attività da sempre attenta ai più deboli.

Servizi per l’infanzia In particolare, l’istituzione guidata dal presidente Luigi Carlini presenta un bando in due fasi che ha per «obiettivo l’aumento della fruizione dei servizi per l’infanzia, fortemente a rischio per l’avanzata delle nuove povertà economiche ed educative, attraverso soluzioni innovative e flessibili per ampliare l’offerta e renderla più interessante per le famiglie». In particolare alla chiamata della Fondazione Carit potranno rispondere organizzazioni senza scopo di lucro operanti per statuto nel socio educativo con esperienze pregresse di lavoro per la fascia di età zero tre anni anni che siano costituite da almeno tre anni e sede legale nel territorio di riferimento della Fondazione. Il bando sarà disponibile online dal 12 settembre e la scadenza per la presentazione dei progetti è stata fissata al 31 ottobre. A disposizione c’è uno stanziamento complessivo di 72 mila euro.

Promozione e accessibilità turistica Più ingenti le risorse messe a disposizione per il bando destinato alla realizzazione di «progetti di promozione dei più importanti siti culturali, storico artistici e ambientali del territorio, con particolare attenzione alla Cascata delle Marmore, alla Basilica di San Valentino di Terni, alle aree archeologiche di Carsulae e Otricoli, nonché alle località collinari e montane del territorio di intervento al fine di incrementare il turismo del comprensorio che costituiscono un’importante risorsa per lo sviluppo economico locale su cui sinora si è investito probabilmente in modo poco adeguato». Con 128 mila di stanziamento, la Fondazione Carit intende potenziare «le attività sportive per i giovani (sport acquatici lungo i fiumi e il lago, bike, trakking, escursionismo, ecc.) e di percorsi fruibili per i disabili, tenendo da conto i requisiti fondamentali per un “turismo di qualità” che in via prioritaria deve offrire strutture e luoghi accessibili a tutti». Al bando, che sarà pubblicato sempre il 12 settembre, possono partecipare le organizzazioni senza scopo di lucro costituiti da almeno tre anni e con sede legale nel territorio di riferimento della Fondazione.

Il presidente Carlini «La Carta delle fondazioni, nel sancire i principi di trasparenza, imparzialità e non discriminazione, prevede che le fondazioni, attraverso i bandi procedano a una valutazione di merito delle iniziative per perseguire con maggiore efficacia ed efficienza gli obiettivi programmati. L’articolo 11 del protocollo di intesa tra il ministero dell’Economia e delle Finanze e l’Acri, sottoscritto nell’aprile del 2015, stabilisce altresì che il bando costituisce la modalità operativa privilegiata per selezionare le erogazioni da deliberare. Per queste ragioni – spiega Carlini – la Fondazione Carit ha inteso avviare il processo di selezione delle proprie erogazioni adottando lo strumento del “bando” nella speranza che questa esperienza possa essere accolta positivamente anche dalla comunità».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250