giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:25
28 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:30

Foligno, in commissione ok con defezioni al bilancio: sulla Fils è coro per azzeramento vertici

Al voto sul consuntivo non si presenta Trombettoni e Filipponi rilancia: «Subito revoca Cda e revisori». Dissidente Schiarea: «Corte dei Conti vieta soccorso finanziario»

Foligno, in commissione ok con defezioni al bilancio: sulla Fils è coro per azzeramento vertici
Comune di Foligno (foto Preziotti)

di C.F.

In commissione la maggioranza dà parere favorevole al bilancio consuntivo ma alla seduta non si presenta Lorella Trombettoni (Pd) e si astengono i due dissidenti Lorenzo Schiarea (Movimento per Foligno) e Roberto Ciancaleoni (Socialisti). Non solo. Dall’opposizione Stefania Filipponi (Impegno civile) deposita una mozione urgente per chiedere la revoca del Consiglio di amministrazione di Fils, la partecipata del Comune coi conti in rosso, su cui è intervenuto anche Schiarea: «La Corte dei Conti vieta il soccorso finanziario». Ma andiamo con ordine.

Ok con defezioni al consuntivo Intanto giovedì pomeriggio in commissione bilancio è arrivato il consuntivo che segna un risultato di amministrazione pari a circa 6,6 milioni di euro ma, dopo gli accantonamenti nel fondo crediti di dubbia esigibilità, l’avanzo di amministrazione presentato gira intorno a quota 940 mila euro. I cosiddetti conti in ordine di cui si fregia la giunta guidata dal sindaco Nando Mismetti che, a differenza di quella di Spoleto e pure di Terni, chiude il rendiconto col segno più. Il risultato, in ogni caso, non piace a Filipponi: «L’avanzo è un risparmio pubblico ovvero una eccedenza di entrate non utilizzate; questo è un segnale di inefficienza dell’ente, un grave sintomo di cattiva programmazione finanziaria. Infatti, risulta chiaro che la pressione tariffaria e tributaria applicata, è eccessiva rispetto ai bisogni reali per finanziare i servizi. Esemplificando: sono stati chiesti ai cittadini più soldi rispetto ai servizi offerti».

Schiarea sulla Fils Se si battaglia sul consuntivo, sulla cui approvazione pende peraltro la diffida del prefetto di Perugia, sulla Fils è guerra aperta. Dopo la mozione urgente presentata dal sindaco Mismetti e approvata nell’ultimo consiglio comunale, a farsi avanti sull’intricato nodo delle partecipate è il dissidente Schiarea: «La questione va affrontata con decisione e radicalità, avviando una forte semplificazione delle partecipate, favorendo accorpamenti e dismissioni di quelle non strategiche e risanamento di quelle in difficoltà, qualora possibile. In questa ottica sarà necessario aprire un confronto sull’Afam e sulla possibilità di privatizzazione o affidamento di gestione anche per favorire utili risorse per nuovi e necessari investimenti». E poi: «Sulla Fils non abbiamo un quadro preciso delle passività, né un piano industriale, mentre non si è arrivati neanche a un cambio di management che ha mostrato la sua inadeguatezza. Contestualmente ci viene prospettata come unica soluzione la ricapitalizzazione della società in house. Noi di MpF non siamo d’accordo a mettere le mani in tasca ai cittadini per avere le necessarie coperture finanziarie in un periodo in cui le tasse sono molto elevate».

Filipponi con Trombettoni: «Revocare Cda e revisori» Sulla Fils, va detto, il sindaco è riuscito a spuntare il via libera in consiglio comunale al bilancio previsionale, assumendosi l’impegno formale di affrontare la questione della partecipata che occupa circa 40 lavoratori. La stessa Trombettoni, pur votando il bilancio con la maggioranza, ha duramente ammonito sulla questione, chiedendo in aula l’azzeramento del management. A rilanciare l’istanza è Filipponi che con una mozione urgente chiede la revoca del Cda e dei revisori dei conti: «Continuare a chiedere un nuovo Piano Industriale agli stessi soggetti che dal 2009 non solo non hanno risanato la società ma ne hanno addirittura peggiorato le condizioni, significa prendere in giro i cittadini, che dovranno pagare i debiti».

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250