mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:46
12 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:17

Foligno, gli impianti sportivi di Corvia invasi da 500 bimbi per la ‘Festa delle Quinte’

Quindicesime edizione della manifestazione curata dal Csi che quest'anno ha coinvolto 22 classi

Foligno, gli impianti sportivi di Corvia invasi da 500 bimbi per la ‘Festa delle Quinte’
Festa delle Quinte

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Corvia invasa dai bambini. Sono stati oltre 500 i bimbi che hanno partecipato alla quindicesima edizione della Festa delle Quinte, evento conclusivo del progetto Sport e scuola del Csi di Foligno che ha coinvolto 22 classi in una decina di attività diverse.

Fotogallery

Festa delle Quinte a Foligno Per coinvolgere nell’iniziativa i quartieri della città, ormai da un paio di anni la Festa delle Quinte è itinerante e martedì l’esercito dei piccolissimi ha affollato gli impianti sportivi della Polisportiva Nuova Fulginium, trasformandoli per l’occasione nel Parco giochi dei bimbi della quinta elementare. «Il progetto – spiega riporta Federico Noli, responsabile dei tecnici – prevede lezioni tenute durante l’anno scolastico dai nostri tecnici, preparati e qualificati, che ogni settimana seguono i propri ragazzi dentro le scuola attraverso varie attività ludico-motorie. Il progetto è reso possibile grazie alla strettissima collaborazione e al patrocinio del Comune di Foligno, partner fondamentale di tante iniziative».

Regole, gioco e crescita Il programma della giornata ha visto un momento di accoglienza, seguito dalla coreografia del ballo iniziale. Poi, sotto gli occhi dei genitori accorsi per accompagnare e seguire tifo i propri figli, i bambini divisi in base alle classi si sono cimentati in varie prove, secondo un sistema rotatorio: calcio a 5, staffetta, atletica, ma anche pallacanestro, danza e tiro alla fune, oltre a tris e due circuiti motori. Una mattinata dedicata allo sport e al divertimento per promuovere, come ribadito dal presidente del comitato Csi Giovanni Noli, l’attività fisica: «Mettiamo al centro i linguaggi non verbali e l’esperienza di gioco con un programma di attività psicomotorie da sviluppare all’interno delle scuole che ha per obiettivo la crescita attraverso lo sport, il rispetto dell’avversario e l’importanza delle regole».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250