domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:07
27 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:45

Foligno, consiglio dà via libera alla liquidazione della Fils: ok anche all’atto salva stipendi e servizi

Partecipata sciolta coi voti di maggioranza che impegna la giunta: 'Comune paghi fatture in 10 giorni'. Angeli difende la direzione lavori pubblici e Mismetti assicura continuità

Foligno, consiglio dà via libera alla liquidazione della Fils: ok anche all’atto salva stipendi e servizi
Consiglio comunale (foto archivio Preziotti)

di C.F.

Via libera a maggioranza allo scioglimento e messa in liquidazione dalla Fils, la società partecipata del Comune che ha chiuso il 2015 con un bilancio in rosso per oltre mezzo milione di euro e quaranta lavoratori appesi a un filo.

Fils ufficialmente in liquidazione La pratica, già approvata dalla commissione bilancio, è stata licenziata col voto favorevole di tredici consiglieri di maggioranza, compreso quello del dissidente Lorenzo Schiarea (Movimento per Foligno), e quelli contrari di Elio Graziosi (Gruppo Misto) ed Elisabetta Piccolotti (Sel), mentre le opposizioni non hanno partecipato al voto dopo una discussione dai toni particolarmente accesi, specie sul fronte delle responsabilità e dei contraccolpi occupazionali per impiegati e operai in organico alla partecipata del Comune.

Fatture da pagare in dieci giorni Proprio sul futuro dei quaranta posti di lavoro, il consiglio comunale sempre a maggioranza ha approvato l’ordine del giorno presentato dal Pd, Movimento per Foligno e Foligno Soprattutto. Nell’atto vengono impegnati sindaco e giunta «a operare per andare incontro alle richieste dei dipendenti Fils per assicurare entro dieci giorni il pagamento delle fatture in maniera da consentire all’azienda di disporre della liquidità sufficiente per pagare gli stipendi ai lavoratori e gli acquisti dei materiali necessari a garantire il livello di servizi e asset della stessa Fils». Il passaggio segue le accuse indirizzate alla direzione dei Lavori pubblici del Comune colpevole, secondo Ferdinando Fucinese e Stefano Mattioli, rispettivamente componente del collegio dei sindaci e presidente di Fils, di saldare in tempi particolarmente dilatati le fatture della partecipata, causando così una crisi di liquidità.

Direzione lavori pubblici sotto accusa Sul punto è intervenuto l’assessore Angeli: «Le dichiarazioni fatte contro i dipendenti dell’area lavori pubblici, nel corso del dibattito in prima commissione consiliare sulla vicenda Fils, sono del tutto fuori luogo e prive di fondamento. Esprimo totale fiducia e solidarietà ai lavoratori coinvolti, attaccati in maniera vile da chi dovrebbe svolgere un ruolo tecnico di revisore ed è invece sconfinato in valutazioni politiche assurde e strumentali». Nell’ordine del giorno l’amministrazione comunale viene anche impegnata «a prevedere nel piano di impresa l’inserimento degli obiettivi atti a garantire la qualità dei servizi alla città, la salvaguardia della continuità aziendale, la tutela dei livelli occupazionali e la sollecita assegnazione dei servizi che Fils dovrà svolgere per conto dell’amministrazione comunale, atteso che il bilancio è stato approvato».

Mismetti: «Ci sarà continuità aziendale» Sul futuro della partecipata si è invece espresso il sindaco Nando Mismetti: «Al momento non è possibile fare altro se non procedere alla messa in liquidazione, visto l’azzeramento del capitale sociale con una perdita di oltre 500 mila euro, ma – ha assicurato – ci sarà la continuità aziendale perché la Fils è una società strumentale che serve al Comune per determinati servizi. Entro ottobre verrà costruito un progetto per dare un futuro a questa società e che garantisca i lavoratori». Ma in attesa del piano industriale, che potrebbe permettere di congelare la liquidazione, resta la paura dei lavoratori.

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250