mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:57
21 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:41

Foligno, commissione dà via libera alla messa in liquidazione di Fils: lavoratori contrari

Servirà un'altra seduta e poi pratica in consiglio, bilancio della partecipata in rosso per 500 mila euro

Foligno, commissione dà via libera alla messa in liquidazione di Fils: lavoratori contrari
Il Comune di Foligno (foto archivio Preziotti)

di Chia.Fa.

Via alla messa in liquidazione della Fils, la partecipata del Comune di Foligno. Il primo via libera della procedura è arrivato lunedì pomeriggio in commissione bilancio dove, oltre ai consiglieri comunali che compongono l’organismo, si sono accomodati anche il presidente della società partecipata Stefano Mattioli insieme al presidente del collegio sindacale Fernando Fucinese, l’assessore alle partecipate Elia Sigismondi ed il dirigente Sandro Rossignoli. La notizia è stata riportata da Rgunotizie.

Fils, via alla messa in liquidazione In commissione sono quindi stati svelati i conti della società municipale che nell’arco di una settimana approverà il bilancio, certificando un passivo da mezzo milione di euro, quindi ben superiore rispetto ai 200 mila euro di cui si era parlato nei giorni scorsi. Nell’ambito della discussione, alcuni consiglieri comunali hanno richiesto formalmente di conoscere i professionisti che cureranno la messa in liquidazione della Fils e pure chi sarà incaricato di redigere l’eventuale nuovo piano industriale. Già, perché nella proposta di delibera che approderà lunedì in consiglio comunale, per il voto definitivo, è prevista la possibilità di «verificare la sussistenza delle condizioni per il proseguimento dell’attività societaria». Prima della seduta della massima assemblea cittadina, dovrebbe arrivare una nuova convocazione per la commissione che ha chiesto maggiore chiarezza sul futuro dei quarta posti di lavoro, ossia l’organico della Fils.

Lavoratori contrari In questo senso dovrebbero essere ascoltati i dipendenti della partecipata e i relativi rappresentanti sindacali, che proprio lunedì si sono riuniti in assemblea: «All’unanimità i lavoratori esprimono fortissima preoccupazione per la fase in corso, dichiarandosi contrari alla messa in liquidazione della società ventilata in questi giorni, in quanto equivarrebbe la perdita del posto di lavoro e di una struttura che ha positive ricadute sul tessuto economico del territorio, nonché verrebbero compromessi gli attuali livelli di garanzia dei servizi pubblici assicurati dalla Fils». E poi: «Il destino della Fils dipende dal consiglio comunale chiamato ad esprimersi chiaramente, dicendo se intende gestire alcuni servizi direttamente, in modo pubblico con condizioni civili del lavoro e con correttezza fiscale, in questo caso è coerente garantire la continuità aziendale della Fils e salvaguardarne i livelli occupazionali attuali. Non è più il momento di nascondersi dietro cavilli legali, tanto più che appare contraddittoria l’ipotesi della liquidazione quando è già stata approvata dal Consiglio Comunale la Relazione Previsionale Aziendale (RPA) della Fils 2016/2018».

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250