venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:45
16 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:34

Foligno celebra la Liberazione conferendo cittadinanza simbolica a bimbi di genitori stranieri

Sindaco: «Puntiamo alla coesione sociale, ma così sensibilizziamo anche Parlamento»

Foligno celebra la Liberazione conferendo cittadinanza simbolica a bimbi di genitori stranieri
Le celebrazioni (foto Preziotti)

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Anche quest’anno il Comune di Foligno ha conferito la cittadinanza simbolica ad alcuni bambini nati da genitori stranieri in occasione dell’anniversario della Liberazione della città celebrato giovedì. «Il 16 giugno del 1944 – ha detto il sindaco, Nando Mismetti, nel corso della cerimonia – è iniziato il percorso della ricostruzione morale e materiale della nostra comunità, ma anche il cammino verso la democrazia, la Repubblica, la Costituzione, il riconoscimento di diritti fondamentali. Per questo abbiamo scelto tale data per conferire la cittadinanza simbolica a una rappresentanza di bambini nati nella nostra città da genitori stranieri, residenti a Foligno e non in possesso della cittadinanza italiana».

Fotogallery

Foligno celebra l’anniversario della Liberazione Il sindaco, spiega una nota del Comune, ha tenuto a sottolineare che l’attestato consegnato ad una rappresentanza di bambini «è simbolico ma rappresenta un modo per sensibilizzare la comunità a sollecitare il parlamento a modificare una legge ormai non più al passo con i tempi e per favorire l’integrazione e la coesione sociale nella nostra città». Mismetti ha ricordato che a Foligno, fra progetto Sprar ed emergenza prefettizia,  sono state accolte «128 persone, in collaborazione con alcune associazioni come la Caritas. Abbiamo scelto di non concentrarle in un’unica struttura – ha spiegato – favorendo una loro maggiore integrazione sul territorio, grazie anche a convenzioni che consentiranno a queste persone di svolgere lavori socialmente utili per la comunità, come la pulizia e piccola manutenzione di strade, piazze e aree verdi della città e delle frazioni».

Cittadinanza simbolica a bimbi nati da genitori stranieri «Nel consegnare la cittadinanza italiana simbolica ai genitori di questi piccoli – ha detto ancora Mismetti – li invito a leggere la Costituzione italiana: la legge fondamentale dello Stato, che contiene i principi e i valori sui quali si fonda la nostra Repubblica: libertà, uguaglianza, democrazia, giustizia, solidarietà. Valori che tutti noi dobbiamo conoscere e coltivare ogni giorno per costruire insieme un Paese e una città più giusti e accoglienti.Per raggiungere questo obiettivo, è importante fare memoria del passato, conoscere la storia della città in cui si vive, per questo oggi, come ogni anno, ricordiamo la liberazione di Foligno dal nazifascismo, avvenuta – ha continuato il sindaco – il 16 giugno del 1944, dopo quattro anni di guerra, dieci mesi di lotta partigiana e 36 bombardamenti pesanti, che hanno provocato 140 vittime civili e distrutto oltre il 50 per cento del patrimonio edilizio cittadino”. Alla cerimonia ha partecipato, tra gli altri, il colonnello Massimiliano Bianchi, vicecomandante del Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’esercito.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250