lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:28
15 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:34

‘Finanza locale’ alla scuola di formazione ‘Villa Umbra': «Più strumenti agli amministratori»

Esperti per un piano formativo è articolato in 5 seminari, di 5 ore ciascuno, per un totale di 25 ore

‘Finanza locale’ alla scuola di formazione ‘Villa Umbra': «Più strumenti agli amministratori»

Ha preso avvio a Villa Umbra il corso su ‘Finanza locale: piano formativo per l’Umbria’, organizzato dalla ‘Scuola umbra di amministrazione pubblica’ e progettato in collaborazione con l’associazione nazionale Comuni italiani (Anci) Umbria e approvato dall’Istituto per la finanza e l’economia Locale (Ifel).

Formazione In particolare, ha approfondito l’amministratore unico della Scuola Alberto Naticchioni, il corso «prevede un miglioramento delle proprie competenze specialistiche rispetto ai principali temi della finanza e fiscalità locale rendendoli consapevoli degli strumenti e dei vincoli che caratterizzano la loro esperienza di amministratori in qualità di ‘programmatori’ di risorse e di ‘decisori’ di politiche. Consente l’acquisizione di una maggiore sensibilità nel valutare anticipatamente gli impatti delle proprie decisioni sui risultati economico-finanziari della propria area e dell’ente più in generale e lo sviluppo di competenze trasversali di tipo comunicativo per consentire agli amministratori di riuscire a relazionarsi correttamente con il Consiglio, le parti sociali e i media».

Nasini «Negli enti locali di oggi – ha affermato Marcello Nasini, vicepresidente Anci Umbria e sindaco di Torgiano, durante l’apertura della prima giornata del corso – i funzionari pubblici necessitano di competenze costantemente aggiornate ed è pregevole il lavoro che Villa Umbra svolge per garantire una formazione puntuale e capillare degli amministratori locali, dirigenti e funzionari degli enti locali umbri rispetto alle riforme che stanno interessando la finanza locale, con un particolare focus, per questa giornata, sugli strumenti a disposizione dei Comuni per un’efficace riscossione e lotta all’evasione, anche in collaborazione con la magistratura contabile e con le forze dell’ordine». Il piano formativo è articolato in 5 seminari, di 5 ore ciascuno, per un totale di 25 ore. Si avvale della docenza di Stefano Baldoni, responsabile area Economico-finanziaria e tributi Comune di Corciano; Lorenzo Rossi, avvocato tributarista di Perugia; Antonio Limone, professore ordinario di Informatica giuridica della facoltà di Giurisprudenza; Andrea Biekar, commercialista e revisore dei conti. Le successive quattro giornate (la prossima si svolgerà il 23 settembre) prevedono rispettivamente l’approfondimento di numerosi argomenti: riscossione e contenzioso; i tributi locali; dematerializzazione, pagamenti elettronici e certificazione crediti: l’amministrazione digitale come nuovo paradigma di una moderna burocrazia; dematerializzazione, pagamenti elettronici e certificazione crediti: la piattaforma della certificazione dei crediti e i pagamenti elettronici.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250