lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:36
16 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:27

Festa del Rinascimento: raffica di novità per la rievocazione storica di Acquasparta

Dall'8 al 19 giugno borgo in festa con le tre contrade pronte a quattro sfide. Tema della 17ma edizione piante officinali e alle erbe commestibili

Festa del Rinascimento: raffica di novità per la rievocazione storica di Acquasparta
Festa del Rinascimento (Siobahn Hegarty)

Torna dall’8 al 19 giugno la Festa del Rinascimento di Acquasparta che rievoca i festeggiamenti organizzati nel borgo umbro in occasione dell’arrivo del principe Federico Cesi e della sua sposa Artemisia Colonna. La manifestazione, giunta alla 17ma edizione, prevede quattro sfide tra le tre contrade di Acquasparta, ossia Il Ghetto, Porta Vecchia e San Cristofero.

Festa del Rinascimento Da conquistare, così come da tradizione, c’è la Giostra della lince, il Piatto rinascimento, il Gioco dell’oca e il Teatro di contrada. Il tema di quest’anno è incardinato alle piante officinali e alle erbe commestibili, al loro studio da Federico il Linceo ad oggi e all’evoluzione del loro utilizzo in fitoterapia ed in cucina. La gara gastronomica e i convegni a Palazzo Cesi, ma anche i laboratori per bambini e le mostre saranno quindi legati a questo tema, con il coinvolgimento di aziende leader nel settore dell’erboristeria e della fitoterapia. Particolare attenzione verrà come sempre riservata alle eccellenze locali con l’appuntamento Vino a Palazzo con le produzioni delle cantine locali e la qualità delle taverne contradaiole.

Le novità Ma sono molte anche le novità definite dall’Ente Rinascimento guidato dal presidente Alessandro Dal Bosco. Tra queste va segnalata la presenza del Piccolo Nuovo teatro di Bastia che  interverrà con uno spettacolo itinerante prima dell’esibizione degli Sbandieratori di Sangemini. Debutta anche la Gara dei tamburi suonanti, ossia la sfida tra i gruppi dei tamburini delle contrade. Sul fronte dei convegni, oltre quelli organizzati con la partecipazione dell’Università degli Studi di Perugia, dell’Accademia dei Lincei, dell’Accademia di Scienze farmaceutiche di Roma e le celebrazioni per il V centenario della morte di Bartolomeo D’Alviano, è in programma un nuovo grande spettacolo in Piazza dal titolo Arcani Incanti.

Spazio a giovani e bimbi Il Gioco dell’oca piccola, poi, si svolgerà in una serata interamente dedicata con l’obiettivo di dare maggiore spazio ai giovani, così come annunciato lo scorso anno. In questo senso è anche più fitto il programma delle attività dedicate ai bambini, protagonisti di una serie di laboratori, giochi di strada, mostre e spettacoli. La serata della Gara gastronomica è stata arricchita con uno vero e proprio spettacolo messo in scena da attori accompagnati da musica rinascimentale, mentre i piatti che verranno preparati dai cuochi delle contrade possono essere assaggiati da tutti insieme a un calice di Vino a Palazzo. È proseguito anche il lavoro di addobbo del paese e quello di Palazzo Cesi, così come verrà allestito un mercatino di artigianato locale ed altri prodotti lungo il Corso dei Lincei.

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250