sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 05:11
4 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 22:00

Ex ferrovia Spoleto-Norcia, in arrivo la prima fontanella sul tracciato: Vus al lavoro

Prioritaria la messa in sicurezza della roccia tra Piedipaterno e Borgo Cerreto

Ex ferrovia Spoleto-Norcia, in arrivo la prima fontanella sul tracciato: Vus al lavoro
Ex ferrovia Spoleto-Norcia

Arriva l’acqua sulla ex ferrovia Spoleto Norcia, secondo quanto si apprende la Vus starebbe infatti predisponendo gli allacci per la prima fontanella sul tracciato, all’altezza del viadotto della Caprareccia, mentre sono in corso valutazioni tecniche per installare rubinetti anche in altri due punti, dove però gli interventi si annunciano più complessi.

Lavori sulla ex ferrovia Spoleto-Norcia In base alle indicazioni fornite da Palazzo Donini a Umbria mobilità, gli interventi di sistemazione del fondo delle gallerie tra Spoleto e Sant’Anatolia di Narco è stato rinviato a fine stagione per evitare la chiusura del tracciato e si apprende che analoghe lavorazioni interesseranno il viadotto della Caprareccia che sarà quindi chiuso per tre o quattro giorni, con transito deviato sulla ex strada provinciale del Passo di Cerro ma è rebus sulle date. Prioritaria risulterebbe invece la messa in sicurezza della parete rocciosa del tratto tuttora chiuso al transito tra Piedipaterno e Borgo Cerreto, col dichiarato obiettivo di aprire gli otto chilometri circa per metà agosto, così da permettere alle manifestazioni sportive programmate, tra tutte la Spoleto-Norcia in mountain bike del 4 settembre, di allungare il percorso. Per questa ragione il cantiere in questo caso dovrebbe essere aperto a stretto giro.

Cantiere tra Borgo Cerreto e Balza Tagliata Nell’ambito dei lavori di manutenzione da circa 400 mila euro, interamente finanziati dalle Regione, è anche prevista una maxi ricognizione sui tratti aperti, compreso quello tra Borgo Cerreto e Balza Tagliata. Qui, riferiscono gli uffici di Palazzo Donini, si lavorerà martedì, mercoledì e giovedì andando a sistemare le situazioni più urgenti, ossia eventuali massi caduti o pericolanti, interventi sulle buche e installazione di barriere in prossimità di scarpate pericolose. Nelle tre giornate feriali, il cantiere dovrebbe comunque assicurare una corsia per il passaggio di biciclette e pedoni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250