mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:03
31 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:25

Epatite C, rubati medicinali al distretto sanitario. Scala e piede di porco: bottino da 300 mila euro

Un altro raid in via XIV Settembre davanti al tribunale penale di Perugia. I ladri hanno forzato la serranda metallica del punto distribuzione farmaci. Potrebbero aver agito su commissione

Epatite C, rubati medicinali al distretto sanitario. Scala e piede di porco: bottino da 300 mila euro

di Enzo Beretta

Trecentomila euro di farmaci per l’epatite C sono stati rubati stanotte al Distretto sanitario di via XIV Settembre. Potrebbe trattarsi di un furto su commissione considerato che altri medicinali dopanti sono stati lasciati nell’armadietto.

Scala e piede di porco I ladri sono entrati in azione utilizzando una scala pieghevole e un piede di porco: si sono arrampicati dal lato del parcheggio Briglie ritrovandosi direttamente nel corridoio a piano terra dove si effettuano le vaccinazioni.

La serranda scassinata Hanno forzato una serranda metallica e fatto razzia di medicinali ad alto costo – informa una nota della Usl 1 – per le terapie Hcv per l’epatite, farmaci oncologici orali e farmaci eparinici.

Medicinali di ultima generazione Il furto è avvenuto nel punto distribuzione dei farmaci, più precisamente all’Unità operativa farmaceutica territoriale. Si tratta – si è appreso – di medicinali con principio attivo per la cura dell’epatite C, scatole di ultima generazione che possono arrivare a costare fino a 20 mila euro.

Le indagini Sull’episodio sono in corso indagini della polizia: insieme alla squadra volante è stato richiesto l’intervento della Scientifica per i rilievi. L’ipotesi degli investigatori è che si tratti di un raid su commissione. Questo perché numerosi altri farmaci dopanti (i cui costi sfiorano i 500 euro a scatola) sono stati lasciati al loro posto. Quei farmaci potrebbero essere rivenduti al mercato nero? Non si sa ancora, troppo presto per dirlo, è certo invece che la distribuzione è molto selettiva.

Inventario e telecamere Mentre è ancora in corso l’inventario dei medici alla Usl 1 – si va da un minimo di 200 mila euro ad un massimo di 400 mila – si fanno strada le prime ipotesi investigative. Bisognerà ancora verificare se le telecamere di sorveglianza del Comune e quelle della Sipa possono aver ripreso qualcosa. Perché quel palazzone fatiscente davanti al tribunale penale di Perugia è sprovvisto di telecamere e di allarmi. Non è la prima volta che i ladri entrano: in altre circostanze sono stati rubati altri farmaci e computer.

Ladri coraggiosi La presenza del tribunale penale non sembra preoccupare granché i ladri: soltanto un mese fa lo studio legale dell’avvocato Fernando Mucci ha subìto un furto. «Novità sulle indagini? Non ho avuto nessuna informazione da parte della polizia», spiega il professionista.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250