lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:29
28 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:39

Emergenza sangue all’ospedale di Terni, Avis lancia l’appello: «Ogni donatore convinca un amico»

Serve lo zero negativo, A negativo e A positivo. Fratini: «Siamo in calo del 10 per cento»

Emergenza sangue all’ospedale di Terni, Avis lancia l’appello: «Ogni donatore convinca un amico»
Ospedale di Terni (foto Rosati)

All’ospedale di Terni manca sangue dei gruppi zero negativo, A negativo e A positivo. È di nuovo emergenza al Santa Maria tanto che il presidente dell’Avis comunale, Patrizio Fratini, giovedì mattina ha rivolto un appello a tutti coloro che rispondono ai tre gruppi richiesti e che sono in condizione di donare.

Emergenza sangue In una nota stampa dell’Avis di Terni si invitano quindi i cittadini in buona salute a recarsi al Centro prelievi dell’ospedale per ripianare quello che Fratini non fatica a definire «un preoccupante calo delle donazioni del 10 per cento probabilmente anche legato alle nuove e più restrittive norme entrate in vigore. Tuttavia – prosegue il presidente – dobbiamo ricordare che la necessità di sangue è sempre elevata e che nella nostra provincia non abbiamo l’autosufficienza, in gran parte dovuto al fatto che la percentuale di donatori e donazioni a Terni è troppo bassa. Faccio quindi un appello affinché ogni donatore cerchi di convincere un amico, un parente a diventare donatore. La donazione di sangue è uno strumento di medicina preventiva e chi dona sangue fa battere molti cuori».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250