lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:45
13 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:05

Emergenza rifiuti a Roma, Liberati: «In Umbria non ne arriverà neanche un grammo»

A due giorni dalla bufera interviene anche Cecconi: «M5s va avanti per tentativi maldestri»

Emergenza rifiuti a Roma, Liberati: «In Umbria non ne arriverà neanche un grammo»
Andrea Liberati in aula (foto F.Troccoli)

«A Terni e nella sua provincia non arriverà un grammo di rifiuti extraregionale, fatto anche tecnicamente possibile». Così il capogruppo Cinquestelle nel consiglio regionale dell’Umbria, Andrea Liberati, commentando sabato le polemiche dei giorni scorsi dopo che la sindaca di Roma, Virginia Raggi, aveva detto: «Stante i contratti in essere si chiede priorità di conferimento rispetto a terzi che già conferiscono verso impianti Acea esistenti (San Vittore e Aprilia; Orvieto e Terni)». Dopo la bufera il dietrofront affidato all’assessore capitolino Paola Muraro:  «Non c’è nessun caso Umbria, la presidente Marini stia tranquilla».

Liberati Sabato pomeriggio liberati, con una nota stampa, fa presente anche «l’incenerimento a Terni ha il destino segnato, essendo ontologicamente incompatibile con i principi del Movimento 5 Stelle, cioè rifiuti zero ed economia circolare», sottolineando poi come la raccolta differenziata «nell’eccellente Umbria è peraltro al palo, con un effettivo riciclato attorno al 40 per cento sia a Perugia che a Terni. Quella differenziata che, in Umbria e non solo, è allegramente ed estesamente gestita da imprese sottoposte a interdittiva antimafia. Ecco: anziché occuparsi di ipotetiche del quarto grado, male non sarebbe – dice Liberati nella sua nota – se certi redivivi politici guardassero a quel che, qui e adesso, in Umbria fanno sulle eco-mafie alcuni famigerati clan, iniziando da quel che accade, a monte del processo produttivo, con i rottami della Thyssen Krupp».

Cecconi Sabato a inserirsi nel dibattito anche il capogruppo di Fd’I nel consiglio comunale di Terni, Marco Cecconi: «Il M5s della città sta tentando di far passare le affermazioni del sindaco Raggi per una bufala come se non fossero mai state pronunciate, mentre la realtà è che coloro che si candidano al governo di comunità cittadine o addirittura stanno tentando di calmare le acque di una mare, quello dei rifiuti, che vorrebbero scaricare addosso a noi ternani! Non è una bufala ma un tentativo maldestro del M5S».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250