martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:49
16 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:43

Elettrocarbonium, licenziamenti collettivi: scatta la fase amministrativa in Regione

Dopo il mancato accordo tra azienda e sindacati, arriva la convocazione al Broletto

Elettrocarbonium, licenziamenti collettivi: scatta la fase amministrativa in Regione
Il Broletto, sede della Regione

di C.F.

Per i licenziamenti collettivi della cinquantina di dipendenti di Elettrocarbonium scatta la fase amministrativa. Dopo il mancato accordo tra l’azienda dell’amministratore delegato Michele Monachino e le organizzazioni sindacali, arriva la convocazione della Regione che attende le parti per fine mese negli uffici del Broletto a Perugia per quella che è tecnicamente definita come fase di consultazione amministrativa.

TUTTO SU SGL-ELETTRO

Licenziamenti collettivi: scatta fase amministrativa Il passaggio è previsto dalla legge proprio nel caso in cui nell’arco di 45 giorni dall’attivazione della procedura di licenziamento collettivo non si sia arrivati a un accordo tra azienda e rappresentanti dei lavoratori. Come capitato per la fabbrica di Narni su cui gli stessi sindacati hanno sollecitato il licenziamento collettivo per assicurare gli ammortizzatori sociali alle maestranze, per alcune si tratterebbe della mobilità residua, per altri della Naspi del governo Renzi. Al termine della fase amministrativa, se non si troverà un accordo, Elettrocarbonium disporrà di ulteriori 120 giorni di tempo per formalizzare il licenziamento collettivo.

Twitter @chilodice

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250