mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 19:48

Vino, quattro giorni di formazione sulla sostenibilità a Monte Vibiano Vecchio

I partecipanti al corso di formazione Viva

E’ in corso in questi giorni a Mercatello, presso la Cantina di Monte Vibiano Vecchio, un corso di formazione di 4 giorni di interesse nazionale organizzato dal ministero dell’Ambiente e dal Centro opera dell’Università Cattolica del Sacro cuore di Piacenza nell’ambito del progetto Viva “La sostenibilità della vitivinicoltura in Italia”. Sono una ventina le realtà ospiti dell’azienda in questi giorni e che sono arrivati nel marscianese per partecipare a questo corso di formazione che ha come tema “Viva – sustainable wine – le procedure di applicazione, gli indicatori e l’utilizzo degli applicativi Acqua, Vigneto e Territorio”.

Il progetto Viva è un progetto iniziato nel 2011 dal ministero dell’Ambiente per creare una valutazione di quello che è l’impatto ambientale nella viticoltura; l’obiettivo del progetto è quello di migliorare le prestazioni di sostenibilità della filiera vitivinicola attraverso l’analisi di quattro indicatori che sono Aria, Acqua, Territorio e Vigneto. Il progetto permette quindi di “fotografare” ed analizzare la realtà in cui l’azienda è inserita, misurando la sostenibilità a livello di azienda, processo e prodotto e promuovendo azioni di miglioramento e best pratices.

Monte Vibiano La cantina di Monte Vibiano Vecchio è stata una delle prime realtà ad aderire al progetto e non è un caso che sia stata scelta come sede di questo importante corso di formazione; ricordiamo che l’azienda agricola marscianese è stata la prima realtà, nel lontano 2008, ad aver azzerato le emissioni di anidride carbonica in atmosfera. L’obiettivo del corso è il trasferimento di know how sulla raccolta dati in azienda e sugli aspetti metodologici legati al disciplinare Viva da parte degli esperti che da anni lavorano su queste tematiche, al fine di permettere un corretto uso degli indicatori necessari all’ottenimento dell’etichetta di sostenibilità. Il corso di formazione terminerà giovedì 28 gennaio con la consegna degli attestati ai partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.