Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 28 maggio - Aggiornato alle 18:42

Vinitaly, delegazione di parlamentari dell’European Food Forum in visita allo stand dell’Umbria

Appuntamento organizzato grazie alla sede di Bruxelles della Regione Umbria, in programma lunedì 11 aprile negli spazi targati Umbria top

Sorsi di felicità, l'Umbria al Vinitaly 2022

di D.N.

Al già ricco calendario di appuntamenti dello spazio espositivo dell’Umbria al Vinitaly si aggiunge un importante fuori programma, che vedrà, nella mattina di lunedì 11 aprile, la visita alle cantine presenti al Pad. 2 C9/F9 da parte di una delegazione di dieci parlamentari europei di diverse nazionalità e connotazione politica, membri dell’European Food Forum, al quale anche la Regione Umbria è associata. I parlamentari saranno a Vinitaly per partecipare all’evento “Striking the right balance: promotion and education in the food sector”, previsto nella stessa giornata allo stand Palaexpo MIPAAF della fiera veronese.

Forum L’incontro nello stand dell’Umbria è stato reso possibile grazie alla Regione che, con la sua sede di Bruxelles, collabora fattivamente con il Forum, un organismo indipendente formato da membri del Parlamento Europeo, con l’obiettivo di promuovere un dialogo sulla sostenibilità alimentare tra i rappresentanti istituzionali, gli attori della filiera, le organizzazioni e la società civile, il mondo accademico e della ricerca; membro speciale del Forum è il Comitato delle Regioni. Obiettivi dell’EFF, in particolare, sono quelli di seguire e promuovere lo sviluppo di politiche pubbliche appropriate in campo agroalimentare, a livello europeo, arrivando anche a una politica alimentare comune, che tenga conto e risponda meglio alle esigenze dei consumatori europei.

Temi dell’incontro Proprio questi saranno i temi della conferenza “Striking the right balance: promotion and education in the food sector”, un momento di confronto tra rappresentanti delle istituzioni ed esperti su come raggiungere l’obiettivo di un giusto equilibrio tra la redditività economica del settore agroalimentare e le aspettative della società nell’Unione Europea, tra la tutela della cultura e dell’economia agroalimentare europea e le nuove tendenze in fatto di salute.

I commenti sono chiusi.