Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 26 gennaio - Aggiornato alle 23:34

Vetrya Orvieto verso il concordato: ok a bilancio semestrale, l’azienda lancia ‘Voola’

Fatturato giù del 78% e sale il debito, via a strategia anti-crac. Intesa con Open fiber, Tomassini: «Soluzione a prova di futuro»

Non si arrende al vertiginoso calo del fatturato l’azienda Vetrya di Orvieto che ipotizza il concordato in continuità e intanto guarda avanti col lancio di Voola, un nuovo operatore di telecomunicazioni nazionali che offrirà connessioni in fibra ottica basate sulla rete Ftth (Fiber to the home, la fibra che arriva direttamente all’interno di case e uffici) di Open fiber, in grado di raggiungere fino a 10 Gigabit al secondo.

Orvieto Che ci fossero difficoltà per l’azienda riconosciuta come realtà leader in Italia per lo sviluppo di servizi digitali, lo avevano denunciato nei giorni scorsi i sindacati; a confermare il clima di crisi è il quotidiano La Nazione che riporta l’ok del Cda al bilancio semestrale, con un calo del fatturato rispetto al 2020 del 78%. Tra fuoriuscite e attivazione di cassa integrazione per alcuni dipendenti, sulla via della Google italiana ora c’è la strategia anti-crac: il concordato in continuità aziendale, per far fronte a un indebitamento, come riporta sempre La Nazione, di oltre 16 milioni di euro. La sezione fallimentare del Tribunale di Terni nominerà presto un commissario giudiziale per la valutazione di un piano di risanamento. La stessa azienda intanto, guardando avanti, ha recentemente lanciato Voola.

Vetrya L’offerta Voola si rivolge a privati, professionisti e aziende, sarà disponibile a partire dal 21 ottobre 2021 e prevederà le seguenti proposte – ha spiegato Vetrya -: Voola casa, dedicata al mercato privato, Voola pro, dedicata al mercato dei liberi professionisti, Voola azienda, dedicata al mercato delle imprese. Nell’ambito del modello di sviluppo di Vetrya, la nascita di Voola consente di completare l’offerta per la digital transformation rivolta ai propri clienti, mettendo loro a disposizione un servizio aggiuntivo e complementare di connettività ultra broadband. «Per noi la creazione di un operatore di connettività Ftth ultra broadband è il completamento dell’offerta di trasformazione digitale, che rappresenta uno dei modelli di business del nuovo piano industriale – ha commentato Luca Tomassini, presidente e amministratore delegato di Vetrya –. Una soluzione a prova di futuro per cittadini, liberi professionisti e aziende. Per realizzare il progetto abbiamo scelto Open Fiber, la cui missione è quella di costruire un futuro in cui la nuova tecnologia in fibra ottica potrà cambiare la vita del nostro Paese. Attraverso Voola i cittadini e le aziende, dai piccoli borghi alle grandi città, potranno beneficiare delle migliori prestazioni dei collegamenti in fibra ottica, che permettono la massima velocità di connessione a Internet e, allo stesso tempo, abilitano numerosi servizi internet, core business di Vetrya».

Open fiber «La partnership con Vetrya amplia il portafoglio di accordi commerciali che Open Fiber ha stretto con oltre cento operatori. La commercializzazione dei servizi sulla rete realizzata da Open fiber è aperta in 185 città di grandi e medie dimensioni e in oltre 2.500 piccoli comuni. La presenza di Open Fiber, che con il suo modello wholesale only mette a disposizione di tutti una rete neutrale di ultima generazione, ha fatto sì che il mercato delle Tlc si sia aperto anche ad altri settori» ha commentato Mario Rossetti, direttore generale di Open fiber. Negli ultimi mesi diversi operatori come Vetrya hanno deciso di entrare nel mercato del fisso, e non è un caso che abbiano scelto di utilizzare, per sviluppare i loro servizi, la rete Ftth che è l’unica in grado di accogliere tutte le evoluzioni tecnologiche che verranno sviluppate nel corso degli anni».

I commenti sono chiusi.