mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 15:22

In Valnerina si studia per innovare zootecnia, Pesce: «Vostre esigenze priorità del Governo»

Sottosegretario a Cascia per il workshop dell’Area interna con allevatori, veterinari e agronomi

«Le esigenze dell’agricoltura nelle aree interne e montane e la valorizzazione delle eccellenze di questi territori sono una delle priorità dell’azione del governo. Lo testimonia l’aver incluso nelle competenze del Ministero, il turismo, come volano per lo sviluppo territoriale e per la diffusione delle nostre tradizioni enogastronomiche». Così a Cascia il sottosegretario al ministero delle Politiche agricole, forestali e del turismo Alessandra Pesce che ha partecipato al  workshop con gli allevatori dell’Area Interna Valnerina.

Nella due giorni di lavori sono stati approfondite le opzioni di valorizzazione per le filiere zootecniche insieme ai produttori locali e, in un’ottica interattiva, degli altri attori rilevanti per le filiere interessate, come veterinari, agronomi, istituzioni locali e associazioni di categoria: «Con il workshop ci poniamo l’obiettivo – ha spiegato Daniela Storti del comitato tecnico Aree Interne – di fornire un supporto conoscitivo adeguato alle scelte della strategia e facilitare l’interazione tra operatori e ricercatori rispetto alle specificità della realtà tecnica e produttiva locale». L’idea di fondo è introdurre possibili connessioni tra specifici aspetti tecnologici e la qualità finale dei prodotti, concentrando grande attenzione sulle innovazioni necessarie nelle tecniche produttive, in un’ottica di sostenibilità ambientale e qualità delle produzioni, oltre che sull’organizzazione delle filiere locali in vista di una migliore valorizzazione delle produzioni. Il workshop si è focalizzato principalmente sul comparto ovicaprino, che è il più rilevante nell’area.

I commenti sono chiusi.