martedì 26 marzo - Aggiornato alle 15:23

Umbria, maglioni della Polizia penitenziaria firmati Brunello Cucinelli: li realizzano i detenuti

Dap e stilista sottoscrivono un protocollo d’intesa per creare un laboratorio di sartoria artigianale in un carcere della regione

Lo stilista Brunello Cucinelli

Il capo del Dipartimento amministrazione penitenziaria, Santi Consolo, e Carolina Cucinelli della società ‘Brunello Cucinelli’ hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la creazione di un laboratorio di sartoria artigianale da realizzarsi all’interno di un istituto penitenziario della Regione Umbria.
L’accordo – è spiegato in una nota del Dap – prevede la progettazione del laboratorio, la definizione dei cicli e dei tempi di produzione e un percorso finalizzato a formare nel tempo un numero di persone qualificate per l’intera lavorazione. Il progetto partirà a breve presso la casa circondariale ‘Capanne’ di Perugia, dove avverrà il confezionamento di maglioni in dotazione al Corpo di Polizia Penitenziaria. Il marchio mette a disposizione gratuitamente e ai soli fini sociali, oltre al proprio know-how, personale specializzato per la realizzazione e la supervisione del design del prodotto realizzato dalle persone detenute.
«Con l’accordo siglato oggi – sottolinea il Dap – si aggiunge un ulteriore importante tassello per l’impiego lavorativo delle persone detenute, per l’accrescimento delle loro competenze ai fini del reinserimento sociale e della prevenzione della recidiva». Il progetto è stato realizzato dalla struttura organizzativa di coordinamento delle attività lavorative istituito dal capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.