Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 22:48

Turismo ‘mordi e fuggi’, Terni in tre giorni e tre lingue: il Campeggio di Marmore non c’è

Mini guida per chi desidera visitare la città e alcuni luoghi più suggestivi del territorio: disponibile in italiano, inglese e tedesco

di M. R.

Una mini guida pocket esperienziale. Ideata e pensata per il turista che non conosce le bellezze di Terni o ha magari sentito parlare della città solo per la presenza della grande acciaieria della Thyssenkrupp e scopre invece dell’opportunità di recarsi nella terra di San Valentino, di visitare un anfiteatro, un duomo, un importante sito archeologico e la maestosa cascata delle Marmore. Si chiama ‘Terni in tre giorni’ la carto guida poket disponibile in versione digitale e molto estesa sul sito istituzionale del Comune di Terni e che può essere richiesta gratuitamente in versione cartacea via e-mail, al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected] (specificando l’indirizzo di recapito) oppure una volta arrivati in città, la si può trovare a disposizione presso l’ufficio turistico di Palazzo Spada in via Cassian Bon 4.

Campeggio Marmore L’iniziativa rientra nel programma marketing ed editoria turistica recentemente approvato dal Comune con l’intento di migliorare il servizio di informazione ed accoglienza sul territorio. A realizzare la guida, una società del bresciano, la Poligrafica San Faustino S.p.A di Castrezzato per la quale la direzione Economia, lavoro e promozione del territorio del Comune di Terni ha accordato la spesa di 6.000 euro: 92 pagine illustrate, in tre diverse lingue, per introdurre il visitatore alla storia, la cultura, i borghi, i prodotti tipici, gli eventi e gli attrattori del territorio. Non manca una parentesi sulle opportunità di volo e gli sport outdoor in generale e c’è anche una sezione dedicata alle strutture ricettive, suddivise per tipologie: visto il clamore della vicenda del camping delle Marmore, impossibile non notare come il campeggio non figuri. Sollecitato dal consigliere di Forza Centro Emanuele Fiorini, lunedì l’assessore Bordoni non ha inteso rispondere in merito alla questione, perché non previsto nell’ordine del giorno del consiglio ma ad attendere una risposta sul destino della struttura è l’intero paese di Marmore. I gestori, pur confidando in una riapertura, temono che la stagione turistica 2021 sia ormai compromessa. Intanto il camping, nella nuova guida non c’è.

Caos Terni Nella guida non manca invece una sezione dedicata al sistema museale, lo stesso che lunedì ha occupato parte della discussione in consiglio comunale. Nel corso della seduta della massima assise cittadina ternana è stato approvato un atto di indirizzo sulla gestione del sistema museale, espositivo e teatrale presentato dai consiglieri Michele Rossi di Terni Civica, Paolo Cicchini della Lega e Doriana Musacchi del misto «che ha l’intento – spiega Rossi -di aprire una nuova stagione dell’utilizzo e della produzione culturale degli spazi dati in concessione, per quella stagione di cambiamento, anche in campo culturale, che la città ha chiesto a gran voce nelle ultime elezioni amministrative». Con l’atto, tra le altre cose, si impegna il sindaco e la giunta «a valorizzare anche la raccolta archeologica e storico-artistica ospitata nel Sistema museale e a garantire iniziative su tematiche e argomenti specifici delle opere ivi conservate e di quelle ancora celate nei depositi in modo da promuovere la loro conoscenza. A riscoprire e valorizzare tutte le opere ospitate nei depositi. A organizzare iniziative culturali che permettano di approfondire anche il patrimonio materiale e immateriale partendo dalle collezioni museali così da renderlo sempre più “museo del territorio” e diffusore naturale dell’attrattività di Terni e dell’Umbria meridionale».

I commenti sono chiusi.