venerdì 24 novembre - Aggiornato alle 12:25

Turismo, bilancio degli eventi a New York. Paparelli: «Possono far crescere molto gli arrivi»

Dalla Quintana a Sviluppumbria, da Leo Cenci a Panorama: «Dagli Usa 100 mila turisti l’anno, grande entusiasmo per l’Umbria»

La conferenza stampa col vicepresidente della Regione Fabio Paparelli

«La presenza dell’Umbria a New York è stata una straordinaria opportunità di promozione della regione negli Usa e nel Nord America, finalizzata a valorizzare l’offerta turistica regionale in un mercato che si sta dimostrando sempre più attento alla nostra regione». Lo ha detto il vicepresidente della Giunta regionale dell’Umbria, Fabio Paparelli, illustrando, a Palazzo Donini, il bilancio delle attività di promozione di ottobre e novembre Oltreoceano. Quattro eventi speciali, che hanno visto protagonista la regione grazie alla Quintana di Foligno, Sviluppumbria, a Leonardo Cenci, e all’iniziativa promossa da “Panorami d’Italia”. «Gli Usa – ha spiegato Paparelli – sono il Paese che si contraddistingue per maggior numero di arrivi in Umbria, circa 100 mila, e per essere tra i primi per presenze nella regione, circa 250 mila all’anno. Per noi rappresenta uno dei principali mercati obiettivo, con margini di crescita molto importanti».

Le quattro iniziative Entrando nel merito delle iniziative newyorkesi, Paparelli ha ricordato che la prima in ordine di tempo è stata organizzata nell’ambito delle celebrazioni previste per il Columbus Day e ha visto la Quintana protagonista di un evento di promozione territoriale con il progetto ‘La Quintana a New York’”. «Un progetto di elevata qualità – secondo l’assessore – che è servito da volano promozionale non solo per la città di Foligno, ma per l’Umbria intera. Il secondo evento – ha proseguito – è stato organizzato da Sviluppumbria e dall’ufficio di New York dell’Enit allo scopo di far incontrare operatori umbri e tour operator americani secondo un nuovo e diverso approccio alle azioni di promozione. Già nei mesi precedenti Sviluppumbria ed Enit avevano promosso press ed educational tour per giornalisti del settore e per tour operator americani che hanno così potuto visitare l’Umbria e conoscerne direttamente bellezza e fascino. Un’altra iniziativa di successo – ha aggiunto Paparelli – è stata quella di Leonardo Cenci con il progetto ‘l’Umbria corre con Leonardo’, organizzata in occasione della partecipazione alla “New York City Marathon”. La serata organizzata presso l’ambasciata Italiana ha avuto il doppio significato di presentare al meglio la figura straordinaria di Leonardo e il messaggio che egli porta con sé, ma anche il patrimonio ambientale e culturale umbro in cui Leonardo vive e di cui è testimonial. Grande successo è stato infine riportato dall’evento organizzato nell’ambito dell’edizione americana di “Panorami d’Italia” al Guggenheim di New York. La testata, diretta da Giorgio Mulé, si è fatta promotrice della valorizzazione di alcune eccellenze umbre e di una serata di gala i cui proventi – ha concluso – sono stati destinati al restauro del crocifisso della Chiesa di Santa Maria Argentea di Norcia danneggiato dal sisma».

Quintana Nell’illustrare le giornate trascorse a New York il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, ha detto che «l’esperienza di New York è stata fantastica, abbiamo conquistato l’attenzione e la simpatia di migliaia di persone presenti lungo la Fifth Avenue di New York dove abbiamo sfilato con la ‘potenza’ dei nostri costumi. Siamo stati orgogliosi di rappresentare l’Umbria attraverso la Quintana e tutto ciò che essa rappresenta». Per l‘assessore al Comune di Foligno, Giovanni Patriarchi, «la Quintana ha rappresentato a New York un forte veicolo di promozione per l’intera regione».

Sviluppumbria Chiara Dall’Aglio ha illustrato i risultati raggiunti con il workshop promosso da Sviluppumbria il 1 novembre, a cui hanno partecipato circa 50 tour operator americani. «L’iniziativa ha fatto seguito ad attività di press ed educational tour che si erano tenuti in Umbria nei mesi precedenti – ha detto Dall’Aglio. Esperienze che hanno portato a concreti risultati e che contiamo di riproporre anche per il 2018 con l’obiettivo di alimentare una ulteriore crescita delle presenza americane nella nostra regione».

Leo Cenci «Nel 2016 – ha detto Leonardo Cenci – è nato il progetto ‘l’Umbria corre con Leonardo’. Un progetto che è andato via sviluppandosi fino alla partecipazione, per la prima volta, della regione Umbria alla Maratona di New York. Attraverso questa iniziativa – ha aggiunto – ho voluto dare un contributo concreto alla promozione della regione. Grazie allo sport e al patrimonio naturalistico presente in Umbria è possibile promuovere l’Umbria tutto l’anno e non solo in occasione di specifici eventi. Sarebbe un modo – ha concluso – per dire a tutti: venite sempre da noi».

Panorama Nel videomessaggio il direttore di Panorama Giorgio Mulè ha testimoniato come «i giorni dal 31 ottobre al 2 novembre sono stati entusiasmanti ed hanno consentito a New York di conoscere meglio l’Umbria e molte delle sue eccellenze. Una regione che ha avuto la capacità di risorgere dopo il sisma e rinnovarsi. La Serata promossa da Panorama – ha aggiunto – ha permesso di far apprezzare ad una platea selezionata una regione ricca di sorprese e di poter raccogliere i fondi necessari a finanziare il restauro di un’opera danneggiata dal sisma. Insomma – ha concluso Mulè – la presenza dell’Umbria a New York non è stata un passaggio estemporaneo, ma ha consentito, attraverso la collaborazione tra enti, istituzioni ed aziende umbre ed americane, di metter nuove basi per la costruzione del domani».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *