lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 17:58

Torna il concorso regionale ‘L’oro verde dell’Umbria’: come partecipare

Ventunesima edizione dell’appuntamento dedicato allo «strumento principale di integrazione della filiera agroalimentare». Iscrizioni aperte fino al 31 gennaio

Olio extravergine

Torna la ventunesima edizione del concorso regionale L’oro verde dell’Umbria che premia i migliori oli Dop ed extravergini di oliva prodotti nella regione. Istituito nel 1999 dal Sistema camerale regionale, costituisce ormai – sostengono i promotori – un appuntamento «irrinunciabile» per le imprese che «operano in uno dei settori più significativi ed evocativi della agricoltura umbra».

Come partecipare Restano aperte, fino al 31 gennaio, le iscrizioni al concorso che da oltre 20 anni seleziona i migliori oli umbri, per favorirne la conoscenza e l’apprezzamento da parte dei consumatori e stimolare olivicoltori e frantoiani a migliorare la qualità del loro prodotto. Per partecipare è possibile iscriversi on line attraverso la piattaforma www.planbweb.it/ercoleolivario, che consentirà di inviare la domanda in tempo reale, o trasmettendo la propria adesione alla mail della segreteria del Concorso (Promocamera – Azienda Speciale Camera di Commercio Perugia Tel. +39 075 9660589 / 075 9660369 [email protected] Regolamento completo sul sito www.ercoleolivario.it).

Promotori Il Comitato promotore dell’Oro verde è costituito dai rappresentanti del sistema camerale umbro, delle associazioni professionali degli agricoltori, Coldiretti, Confagricoltura, Cia, dell’assessorato delle Politiche agricole della Regione, dell’ente certificatore della Dop Umbria 3A-PTA dell’Umbria, del Consorzio di Tutela olio extravergine Dop “Umbria”, dell’Accademia nazionale dell’olivo e dell’olio, della Facoltà di agraria dell’Università degli Studi di Perugia, dell’Associazione strada dell’olio extravergine d’oliva Dop Umbria, dell’Associazione Città dell’Olio coordinamento regionale Umbria. «L’Oro verde – prosegue la nota della Camera di commercio – ha saputo qualificarsi come uno straordinario strumento di promozione e valorizzazione degli oli extravergini di oliva a denominazione di origine Umbria ai fini della loro affermazione sui mercati italiano e stranieri».

Il podio va all’Ercole Olivario «L’olivicoltura umbra rappresenta la forza millenaria di un territorio in cui gli ulivi, da secoli, sono il segno distintivo del paesaggio, che tanto colpisce chiunque abbia modo di frequentarla» sottolinea il presidente della Camera di commercio di Perugia e del comitato organizzatore dell’Oro verde dell’Umbria, Giorgio Mencaroni. «Il premio regionale – afferma – nasce proprio per valorizzare l’olio umbro come prodotto d’eccellenza, elemento centrale di promozione dei tesori agroalimentari presenti in Umbria e strumento principale di integrazione dell’intera filiera agroalimentare». Gli oli top che si affermeranno all’Olio verde dell’Umbria 2020 saranno ammessi di diritto a partecipare alle selezioni finali del prestigioso premio nazionale Ercole Olivario, l’Oscar degli oli italiani, che da 28 anni si tiene in Umbria, sempre per iniziativa del sistema camerale.

I commenti sono chiusi.