giovedì 18 luglio - Aggiornato alle 02:45

Terni, la Regione concede 15 terreni industriali a canoni agevolati

Circa 40 mila mq pronti per nuovi capannoni, Paparelli e Bartolini: «Incentiviamo investimenti»

Quindici terreni industriali nella zona industriale di Maratta (Terni) al centro di un avviso finalizzato alla concessione per i prossimi 35 anni. In particolare vengono richiesti canoni base annui che oscillano da 2.238 euro a 7.666 euro per lotti con un’estensione compresa tra 1.254 e 4.225 metri quadri: le offerte dovranno essere presentate entro il 15 maggio a Sviluppumbria, poi sarà una commissione a valutare le domande che saranno presentate.

AVVISO PUBBLICO

La concessione dei terreni, che si trovano tra la strada di Maratta Bassa e la linea ferroviaria Orte-Falconara, è ammessa per imprenditori individuali, anche artigiani, le società anche cooperative, i consorzi, i raggruppamenti temporanei di concorrenti ed i consorzi ordinari di concorrenti. L’area di Maratta, che ha un’estensione complessiva di circa 41.500 mq, è dotata di viabilità ad anello, parcheggi, prevede l’accesso ai singoli lotti e l’allaccio alle principali utenze. La procedura è stata pubblicata sul Bur del 12 marzo e a spiegare l’operazione sono il vicepresidente Fabio Paparelli e l’assessore Antonio Bartolini, competenti per sviluppo economico e patrimonio: «I lotti – dicono – vengono messi a disposizione a canoni agevolati per incentivare investimenti produttivi nell’ambito dell’area di crisi complessa Terni-Narni e dunque l’avviso è un’ulteriore opportunità a disposizione delle aziende che vogliano investire in questo territorio. Abbiamo messo a sistema – proseguono – il patrimonio regionale in disuso, coinvolgendo altri Enti e privati per la riqualificazione patrimoniale, sviluppare nuove filiere produttive per valorizzare peculiarità del territorio e dunque creare opportunità di lavoro».

I commenti sono chiusi.