mercoledì 2 dicembre - Aggiornato alle 00:33

Terni, il Comune vuole puntare dritto sul turismo: «A novembre stati generali con gli operatori»

La Cascata delle Marmore

di Francesca Mancosu

«Di fronte all’incerto futuro delle acciaierie  Terni deve, per forza di cose, pensare ad un piano B, che punti sullo sviluppo del terziario e la promozione del turismo, oltre ad una serie di iniziative per rilanciare il commercio in città».  Ne è convinta l’assessore al Commercio e al turismo Daniela Tedeschi, che annuncia novità in materia di mercato coperto,  centro commerciale naturale e promozione del territorio, con l’organizzazione di un convegno sul turismo a fine novembre.

Gli stati generali del turismo La proposta non è nuova, e ha già fatto storcere il naso  a più riprese, ma l’assessore è convinta che sia il turismo la carta della ripresa della città, con un’ovvia ricaduta anche sull’incremento del commercio. «Sono convinta che Terni e il suo territorio abbiano tutte le risorse, le potenzialità paesaggistiche, culturali ed artistiche per diventare una citta a vocazione turistica, che si affianchi – si spera – alla tradizionale vocazione industriale, e allo sviluppo del terziario avanzato ad alta innovazione tecnologica». A questo scopo, per la fine di novembre, saranno convocati ‘gli stati generali del turismo’, con il coinvolgimento di tutti gli interlocutori pubblici e privato del ternano.«Un’occasione per fare il punto della situazione tutti insieme e progettare il futuro. Per fortuna, non partiamo da zero: c’è solo la necessità di un maggior coordinamento e integrazione dei servizi già operativi e lavorare sul medio e lungo termine. Intanto, cominceremo dalla cascata delle Marmore: entro la primavera del 2015 realizzeremo il primo stralcio del riorganizzare il piano della segnaletica insieme alla Provincia».

Il centro commerciale naturale A breve uscirà il bando della Regione Umbria per incentivare e sostenere la nascita dei centri commerciali naturali, e la Tedeschi ne approfitta per rilanciare questa ipotesi anche per la nostra città. «A fine settembre incontreremo le associazioni di categoria perché nasca finalmente anche da noi un distretto degli acquisti in centro storico. Per farlo, però, avremo bisogno anche in questo caso della partecipazione degli operatori: il progetto richiede infatti un loro cofinanziamento; più saranno le adesioni e più bassa sarà la quota da versare».

Sgravi su Tasi e Imu In parallelo, la giunta sta ragionando anche sul fronte delle agevolazioni tributarie da includere nel bilancio preventivo del 2015. «Vogliamo introdurre riduzioni dell’Imu per i proprietari di immobili commerciali, a patto che li affittino ad un canone ridotto, e sgravi sulla Tasi per gli esercenti che contribuiscono con propri interventi all’arredo e al decoro degli spazi pubblici, come già previsto dalla normativa nazionale. Due misure fondamentali per sostenere concretamente le piccole attività in difficoltà e rendere più attrattivo il centro cittadino».

Terni on e le altre Altrettanto decisiva l’organizzazione di eventi. Sono convinta – afferma ancora la Tedeschi – che Terni on sia il principale strumento di marketing che abbiamo messo in campo finora, ed è nostra intenzione dargli continuità, arrivando ad una calendarizzazione di iniziative di promozione, alcune più brevi e concentrate, altre più importanti.

Il mercato coperto  Dopo le polemiche dell’anno scorso – fra richieste di canoni arretrati  e di migliorie alla struttura – tira aria di novità anche dalle parti del parallelepipedo arancione di largo Manni. Dovrebbe infatti essere pronto entro la fine di ottobre, novembre al massimo, il parcheggio di superficie annesso alla struttura, a pagamento, con una tariffa ridotta per la sosta breve. «Abbiamo raggiunto un accordo con la Parcheggi Italia (la società che gestisce il parcheggio coperto sottostante, ndR) per bypassare la convenzione in essere dagli anni ’90 che vietava la sosta delle auto proprio sull’area su cui oggi sorge il mercato, garantendo un posto auto per chi va a fare la spesa». Novità a cui – auspica  l’assessore – «vorremmo affiancare iniziative di promozione della struttura proposte dai commercianti, realizzate in collaborazione con il Comune che è sempre aperto a sostenere ogni azione che possa migliorare l’attrattività commerciale della zona».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.