domenica 22 settembre - Aggiornato alle 14:40

Camion in fiamme e crolla un fucinato dal carroponte: è allarme sicurezza in Ast

«Infortuni anche gravi e incidenti frequenti, c’è un’anomalia», Rsu e Rls bussano ai piani alti di viale Brin per incontro urgente

foto archivio Umbria24

Un camion ha preso fuoco nei pressi della discarica per cause non ancora identificate, a domare l’incendio ci hanno pensato in poco tempo gli uomini della quadra interna addetta e non si è registrato nessun ferito, ma il fatto ha suscitato non poche preoccupazioni e paure. Il rogo si è verificato mercoledì mattina e risulta uno degli ultimi episodi pericolosi verificatisi in Ast nell’ultimo periodo. «La lunga serie di eventi spiacevoli, per uno dei quali un capoturno è finito in ospedale con fratture al volto e una prognosi di 35 giorni, è di qualche settimana – denunciano i delegati sindacali e i responsabili della sicurezza -; la frequenza di lievi e gravi infortuni dell’ultimo periodo rappresenta una vera e propria anomalia».

Allarme sicurezza in Ast Un altro grave episodio, considerato l’infortunio di Gianluca Menichino morto dopo sei mesi di agonia, si è verificato nel reparto Società delle fucine (Sdf): un peso di svariate tonnellate si è staccato dal carroponte, poteva essere una tragedia. Il carroponte è fuori uso, cosa sia avvenuto resta per ora un mistero. A questi fatti si aggiungono i più piccoli infortuni che vanno dalla frattura del dito allo schizzo di acciaio fuso che colpisce gli operai in servizio. Tanti, troppi recentemente e i rappresentanti delle maestranze sbottano. Sollecitando un incontro urgente al capo di stabilimento e al responsabile sicurezza e ambiente, Rsu e Rls chiedono alla direzione aziendale «un cambio di passo»: nella comunicazione degli eventi, nelle indagini sulle cause e nella rapidità di intervento per applicare soluzioni alle criticità denunciate.

I commenti sono chiusi.