mercoledì 17 luglio - Aggiornato alle 03:45

Pasticceria Tini da mezzo secolo a Terni, tre generazioni hanno detto sì a Pampepato e Igp

Eleonora ama curare torte per matrimoni, passione ereditata da nonno Luciano e papà Fabrizio: presto nuova apertura

 

di Mar. Ros.

La famiglia Tini Brunozzi di Terni da 50 anni confeziona paste, mignon, torte e tanti altri dolci; oggi lo storico marchio vanta esclusivamente un laboratorio ma dopo l’estate comparirà sull’insegna di un punto vendita proprio, che aprirà nella zona di Maratta. Intanto mezzo secolo di attività ha regalato ai ternani la maestria di ben tre generazioni: giovedì erano rappresentate tutte, in prima fila, alla seduta di pubblico accertamento del disciplinare di produzione del Pampepato di Terni. «Sì perché tanto con nonno Luciano, quanto con mio padre Fabrizio – racconta Eleonora a Umbria24 – abbiamo condiviso con estremo entusiasmo la scelta di aderire al progetto per la richiesta dell’Indicazione geografica protetta».

Pampepato di Terni Igp «È stata una scelta comune, siamo felicissimi di partecipare insieme a tanti altri produttori di questo dolce tipico ternano e di aver incassato un primo risultato importante al cospetto del ministero di competenza». Dita incrociate per il rilascio del marchio blu europeo: «Speriamo che questo possa contribuire a fare del ‘Diamante delle Terre di San Valentino’ una golosità non esclusivamente natalizia e che la diffusione del dolce col nome della nostra città sia di portata mondiale».

Il Bacio del Re Nel frattempo Eleonora si sta specializzando sempre più nella preparazione e la cura di torte nuziali e se le chiediamo un dolce che potrebbe rappresentare meglio di altri la pasticceria Tini, le viene in mente il ‘Bacio del Re’, un altro dolce natalizio, per certi versi simile al tradizionale Pampepato: «È più piccolino e di forma ovale, prevede anch’esso frutta secca e cioccolato ma c’è tra gli altri un ingrediente in più, fondamentale, la pasta di mandorle».

I commenti sono chiusi.