mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 23:52

A Solomeo da Cucinelli Jeff Bezos e i protagonisti della Silicon Valley: «Sono i Leonardo moderni»

Mister Amazon con i fondatori di Twitter, Linkedin e altre imprese leader a un ‘Simposio dell’Anima e dell’Economia’

Cucinelli con i protagonisti della Silicon Valley

Ecco cosa ci faceva in Umbria Jeff Bezos. Mentre imperversano le polemiche sui nuovi macchinari, prodotti a Città di Castello, capaci di fare il lavoro di dodici persone nell’inscatolamento dei prodotti da spedire, il fondatore e Ceo di Amazon è atterrato nel cuore dell’Italia per andare a trovare Brunello Cucinelli e partecipare insieme ad altri protagonisti della Silicon Valley a – come lo definisce lo stesso re del cachemire – una sorta di “Simposio dell’Anima e dell’Economia”. Da giorni si rincorrevano voci sulla presenza di mister Amazon e ora a svelare tutto una nota di Brunello Cucinelli.

Non solo Bezos Oltre a Jeff Bezos, tra i graditi ospiti di Brunello Cucinelli: Ruzwana Bashir, fondatrice e Ceo di Peek.com; Dick Costolo, imprenditore, già Ceo di Twitter; Reid Hoffman, co-fondatore e presidente esecutivo di LinkedIn; Drew Houston, Ceo e fondatore di Dropbox; Lynn Jurich, co-fondatore e co-Ceo di Sunrun; Nirav Tolia, co-fondatore di Nextdoor. E poi Marc Benioff, presente con una sua splendida lettera aperta a tutto il gruppo), Ramin Arani, Paolo Bergamo, Lee Fixel, Sarah Leary, Alec Ross, Ned Segal, Rob Speyer, Trevor Traina.

Leonardo del Terzo Millennio «In questi giorni sono venuti qui, a Solomeo, i miei amici della Silicon Valley – racconta Cucinelli -, un paese così lontano nel cammino e così vicino nell’animo. Come potrò ringraziare questi ragazzi, che io considero i giovani ‘Leonardo del Terzo Millennio’, per essermi venuti a trovare, graditissimi ospiti, qui, nel nostro Solomeo, Borgo dello Spirito, sede e sorgente di ogni mio sogno, luogo ove cerchiamo di custodire il più alto ideale di una economia nutrita di umanità? Lo considero un grande onore. Insieme, in questi giorni di amicizia e di raccoglimento, abbiamo confermato il rispetto, la custodia e la propagazione di tutto ciò che in ogni tempo fu considerato il più profondo tesoro dei popoli, la più alta testimonianza della nobiltà originaria dell’uomo, l’indice supremo del sentimento di libertà e di dominio morale: l’anima».

Anima ed economia «E noi, che ogni giorno trattiamo le cose dell’economia – prosegue l’imprenditore umbro -, ci siamo avvicinati agli ideali nei quali crediamo profondamente con l’eleganza di un nobilissimo dialogo. Le nostre idee per il futuro sono idee di un domani reso gioioso da una tecnologia ancella dell’umanità. L’anima che alimenta l’economia, prima che un’idea, fu un sogno e un dono di vita. Se mai l’anima fu commossa nell’ideale, ecco, in questi giorni l’abbiamo sentita in ognuno dei nostri cuori. Se mai l’umanesimo è rinato nel cuore di persone dei nostri tempi, ecco, in questi giorni abbiamo vissuto tale felicissimo evento. Il nostro pensiero è rivolto al domani dei nostri figli e di chi seguirà le nostre vite, respiro di un ardore affascinante. Per questo crediamo che sia giusto non limitare i nostri sogni, ma progettare per secoli, per millenni».

I commenti sono chiusi.