venerdì 22 febbraio - Aggiornato alle 13:22

Ritardi a pagamenti agricoltori, Agea promette: «Entro marzo soldi a 3mila aziende»

L’agenzia delegata al pagamento dei fondi europei all’agricoltura annuncia un primo stanziamento già la prossima settimana

Campagna umbra nei dintorni di Assisi (foto F.Troccoli)

«Entro marzo Agea erogherà i contributi per pagare le domande riferite alle annualità 2015, 2016, 2017. Si parte già la prossima settimana con un primo pagamento di oltre 1,5 milioni di euro». Così il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd-presidente Prima commissione) con riferimento all’audizione di oggi del direttore di Agea, Gabriele Papa Pagliardini, sulla distribuzione dei fondi destinati agli agricoltori, per i quali ritardi l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, è stata messa sotto accusa e destinataria di polemiche

Alcuni particolari «Delle 4mila 784 domande ancora non pagate nel triennio 2015 – 2017, su un totale di 28mila 500, di cui 619 riferite all’anno 2015, 490 riferite al 2016 e 3mila 675 riferite al 2017, oltre 3mila verranno pagate entro marzo 2019 – dice Smacchi – mentre per le altre sarà necessario un supplemento di istruttoria per superare le problematiche che ad oggi precludono la possibilità di essere messe in pagamento». «Il direttore di Agea”- conclude Smacchi – si è inoltre impegnato a potenziare le dotazioni informatiche ed il personale di supporto alla Regione Umbria per arrivare, già a partire dal 2019, a dimezzare i tempi di istruttoria e di pagamento delle nuove domande passando dagli attuali 2 ad un anno. Questo – conclude Smacchi – significherà che le domande presentate nel 2019 saranno pagate entro il 2020 con la possibilità per i nostri agricoltori di effettuare una corretta programmazione dei propri investimenti e delle proprie scelte aziendali».

I commenti sono chiusi.