Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 19:19

Primo compleanno del mercato contadino di Perugia: è festa con il torcolo della solidarietà

Per l’occasione la presenza delle istituzioni e il primo rapporto su agricoltura multifunzionale al tempo del Covid

©Fabrizio Troccoli

 

Festeggia il primo compleanno il Mercato contadino Perugia di Campagna Amica a Madonna Alta. Appuntamento venerdì 29 gennaio, dalle ore 14,00, con la dirigenza della Coldiretti Umbria e rappresentanti delle istituzioni che «saluteranno i produttori del mercato che con coraggio e tenacia portano avanti un progetto economico che fa bene all’economia, alla spesa dei cittadini, alla salute e all’ambiente. Per l’occasione – spiega Coldiretti – sarà illustrato il primo rapporto sull’agricoltura multifunzionale umbra al tempo del covid, che ha dimostrato una grande capacità di resilienza, fondata su filiera corta, chilometro zero e sulla riscoperta del turismo di prossimità; ma sarà possibile acquistare anche il vero torcolo contadino di San Costanzo di Campagna Amica, con parte del ricavato che sarà devoluto in beneficenza alle associazioni del territorio, con i consumatori che riceveranno i gadget di Campagna Amica».

Punto di riferimento Il Mercato Contadino Perugia di Campagna Amica al coperto, «è diventato – riporta la nota – un punto di riferimento importante per i consumatori della città e non solo, nella valorizzazione della sana alimentazione e del made in Umbria agroalimentare. I cittadini possono scegliere il meglio del cibo a Km zero, ricevere informazioni sulle produzioni, sulla salubrità e genuinità di ciò che si acquista e si mangia. Un luogo aperto anche a tante iniziative con e per la collettività: uno spazio per l’educazione ad un’alimentazione corretta, di socializzazione e incontro, per la promozione del cibo sano e della dieta mediterranea, anche nei confronti delle generazioni più giovani».

I prodotti Dall’ortofrutta ai formaggi, dall’olio extravergine di oliva al vino, dai succhi alla birra agricola, dalla carne ai salumi, passando da miele, conserve, legumi, cereali, pasta, farine, prodotti da forno, fino al pesce del Tirreno: queste alcune delle produzioni agricole in vendita rigorosamente dal produttore al consumatore.

Albano Agabiti «Un primo importante traguardo che intendiamo celebrare, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, con i nostri agricoltori, che specie in questo difficile momento, meritano tutta la nostra gratitudine e sostegno – commenta il presidente di Coldiretti Umbria Albano Agabiti. Un Mercato in grado di esprimere valori importanti, costituito in prevalenza da giovani agricoltori under 40: nonostante un anno quantomeno complicato caratterizzato dalla pandemia, esso è entrato nel cuore della gente che ripone sempre più fiducia negli agricoltori che mettono la faccia in quel che producono e propongono e che non hanno fatto mai mancare pure nell’emergenza il cibo buono e giusto alla collettività. Un mercato protagonista anche di importanti iniziative di solidarietà a sostegno alle famiglie bisognose nel pieno spirito contadino».

Mario Rossi «Il Mercato – spiega Mario Rossi direttore Coldiretti Umbria – va incontro alla crescente sensibilità verso un modello di consumo che, garantendo la qualità e tagliando le intermediazioni ha effetti positivi sul piano economico, salutistico e ambientale. Un luogo “vicino alla gente”, che fa parte di una comunità, quella di Campagna Amica, dove è basilare la fiducia che si crea tra produttori e consumatori. Tra gli obiettivi – aggiunge Rossi – quello di rappresentare anche uno spazio di incontro, di idee e di iniziative per avvicinare ancor di più la città con la campagna. Anche se al momento sospese causa covid, torneranno a pieno regime, appena possibile, degustazioni, show cooking, attività didattiche e ogni genere di proposta utile a raggiungere tale scopo».

I commenti sono chiusi.