Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 5 marzo - Aggiornato alle 19:48

Viaggio record per poker di cilindri griffati Ast: i più pesanti mai trasportati su rotaia

Dalla divisione Fucine dell’acciaieria di Terni fino in Svezia, Russia e Cina, pezzi unici per laminatoi: pesano anche 230 tonnellate

Viaggio record per 4 cilindri per laminatoi prodotti da Acciai Speciali Terni e diretti verso varie destinazioni del mondo. Dalla Divisione Fucine di Ast sono partiti dei manufatti che vanno da 180 a 230 tonnellate, un vero record per il trasporto su rotaia, così come confermato anche da Ferrovie. Pezzi unici, il cui trasporto raggiunge costi molto elevati.

GUARDA LE FOTO

Trasporto speciale I cilindri viaggiano su rotaia da Terni con un carro speciale di 32 assi fino al porto di Civitavecchia, dove vengono imbarcati su nave per raggiungere Russia e Cina. Si tratta di pezzi che arrivano fino a 230 tonnellate, ad oggi i più pesanti mai prodotti e mai trasportati su rete ferroviaria. Il primo trasporto è stato effettuato lo scorso weekend, i restanti 3 avverranno nei prossimi fine settimana, perché questo tipo di movimentazione avviene solamente il sabato e la domenica notte. Ad occuparsi di questi particolari viaggi è stata Mercitalia Rail, in collaborazione con la soc. Pasquinelli Spa di Jesi.

I fucinati Ast La scorsa settimana un altro viaggio record è stato portato a termine per un altro cilindro da 150 tonnellate di Acciai Speciali Terni. Dall’Umbria alla Svezia: 2.500 chilometri di percorso. Il primato in questo caso, più che per il peso, è dovuto alla distanza percorsa: addirittura 2.500 chilometri sulla rete Uic (Union internationale des chemins de fer, un’istituzione di normazione internazionale specializzata nel mondo dell’industria del trasporto ferroviario), lungo il corridoio europeo Scandinavo-Mediterraneo attraverso cinque reti ferroviarie del Vecchio Continente, quelle di Italia, Austria, Germania, Danimarca fino a Oxelösund, in Svezia. Il convoglio ha viaggiato tra due carri scudo, in orari particolari per ridurre le interferenze con il traffico ferroviario e, anche in questo caso, ad occuparsi di questo particolare viaggio è stata Mercitalia Rail, in collaborazione con la bergamasca Lo.Tra.Fer (Logistica e Trasporti Ferroviari) e con Z&C Logistica.

I commenti sono chiusi.