sabato 16 dicembre - Aggiornato alle 23:31

Perugia, ecco il progetto Conad in via Settevalli: centro commerciale, due rotonde e parcheggio

Oltre al supermercato nell’edificio un altro negozio di ‘marca’ da 1.500 metri quadri. Altre strutture in arrivo nell’area

L'area in cui sorgerà il mini centro commerciale Conad

di Ivano Porfiri e Daniele Bovi

Un mini centro commerciale con un supermercato Conad da 1.500 metri quadri più un altro negozio di ‘marca’ della stessa grandezza. All’esterno una nuova viabilità con due rotonde e un parcheggio di interscambio. È questo il nuovo complesso commerciale che verrà realizzato da Pac 2000a nell’area verde, oggi in stato di completo abbandono, all’intersezione tra via Settevalli e via Tuzi. Il progetto è passato in conferenza dei servizi del Comune e vedrà la luce entro il 2018, aprendo la strada ad altri insediamenti nella stessa area.

FOTOGALLERY: L’AREA DEL PROGETTO

Recupero urbano stile Quasar Pac 2000a e Palazzo dei Priori vogliono organizzare una presentazione in grande stile del progetto, puntando forte sulla riqualificazione di uno spazio, dove un tempo sorgeva un campo di calcio, ma ora è invaso solo da rovi ed erbacce. Dall’azienda filtra l’intenzione di compiere un’operazione – con le dovute proporzioni – simile a quella del Quasar di Ellera. Anche lì l’insediamento commerciale si è portato dietro una nuova viabilità e il recupero di spazi urbani degradati. D’altra parte si teme l’effetto “avvoltoi” del tipo: noi paghiamo la riqualificazione e poi arrivano altri negozi che godranno solo dei benefici.

LA NUOVA VIABILITÀ DI MADONNA ALTA

Negozi e rotonde Il progetto prevede un edificio unico diviso in due superfici gemelle da 1.500 metri quadri, realizzato con i più moderni standard di efficienza energetica. Detto del supermercato nel primo, nell’altro sono in corso contatti con noti marchi di elettrodomestici e abbigliamento, già presenti nei centri commerciali cittadini. All’esterno verrà realizzata una viabilità tutta nuova, che parte dalla nuova rotonda tra via Settevalli e via Tuzi  a cui Pac 2000a contribuirà in parte, a cui si aggiungerà un’altra rotonda “interna” all’area commerciale e un parcheggio. Non un normale posteggio, bensì un “parcheggio di interscambio” previsto in loco nell’ipotesi della realizzazione di una stazione del minimetrò (retaggio di ipotesi urbanistiche passate che oggi paiono lontanissime).

MADONNA ALTA, «LA PIRAMIDE» NON SARÀ DEMOLITA

Da Antognolla a via Palermo Intanto si muovono le cose anche su altri fronti. Di Ikea tanto si è scritto. Nei prossimi giorni, intanto, la Conferenza dei servizi esaminerà anche il progetto per la nuova viabilità relativo all’Antognolla, dove è in ballo la realizzazione di un resort extra lusso con un investimento da circa 150 milioni di euro. All’inizio di settembre la Antognolla Spa, società con sede a Milano che risulta essere controllata da Northern lights investments (una finanziaria lussemburghese) ha messo sul tavolo del Comune il piano che riguarda l’adeguamento della viabilità e delle sistemazioni esterne e la realizzazione di un sottopasso. A qualche chilometro di distanza invece, in via Palermo, è stato presentato il progetto per la demolizione e la successiva ricostruzione dell’ex mattatoio; anche in questo caso sarà la Conferenza dei servizi a doversi esprimere sul dossier che prevede la realizzazione di spazi dedicati ad appartamenti, uffici e commercio.

IKEA: LA SITUAZIONE
ANTOGNOLLA: IL PROGETTO DEI RUSSI
EX MATTATOIO: IL DOSSIER SU VIA PALERMO

Una replica a “Perugia, ecco il progetto Conad in via Settevalli: centro commerciale, due rotonde e parcheggio”

  1. flavio ha detto:

    Ancora un centro commerciale? Non si capisce la strategia a fronte della possibile riapertura del vecchio mercato coperto che in questo modo rinascerà già morto.Il tutto in presenza di una serie di ipermercati a ridosso della città che, ad occhio e croce, non ha eguali in nessuna realtà analoga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *