martedì 28 gennaio - Aggiornato alle 15:37

Normativa vitivinicola, parla umbro il nuovo testo-guida per chi si avventura nel mondo del vino

Uno sguardo a tutto tondo tra i capisaldi in materia con l’occhio alle specifiche norme di settore. La presentazione al dipartimento Scienze Agrarie di Perugia

Un vigneto umbro (foto F.Troccoli)

di D.N.

È di pochi giorni fa la pubblicazione del nuovo testo, a cura di Stefano Sequino, Luigi Bonifazi e Massimiliano Apollonio, ‘La nuova normativa vitivinicola – tracciabilità semplificazione autocontrollo dopo il Testo unico del vino’ edito da Edagricole, che interviene in maniera tempestiva e con una lettura operativa a 360° e svela tutti gli aspetti di una normativa completamente riformata dopo la pubblicazione del Testo Unico e dei suoi 35 decreti attuativi.

Presentazione e seminario La presentazione del libro a Perugia sarà l’occasione per un seminario di approfondimento, organizzato dalla Federazione dell’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali dell’Umbria per il prossimo venerdì 17 gennaio alle ore 10, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia (Via Borgo XX Giugno 74), alla presenza degli autori e dell’assessore all’Agricoltura della Regione Umbria Roberto Morroni. Moderatore il presidente del FODAF Umbria Francesco Martella.

Testo che parla umbro L’evento fa seguito alla presentazione ufficiale del volume svoltasi a Roma presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali alla presenza della ministra Teresa Bellanova, e dà lustro al mondo accademico umbro, dal quale provengono due degli autori, entrambi laureati in Scienze Agrarie nell’ateneo perugino. Gli autori del libro, seguendo un approccio interdisciplinare – Stefano Sequino, agronomo ed enologo, è funzionario del Dipartimento ICQRF del MiPAAF, Luigi Bonifazi, agronomo, è responsabile dello schema certificazione vini di 3A-PTA, mentre Massimiliano Apollonio è enologo ed imprenditore – propongono un’opera di facile lettura e ricca di casi pratici, nella quale vengono presentati e spiegati con chiarezza i capisaldi della legislazione vitivinicola, dai regolamenti comunitari più recenti alle norme nazionali.

Approfondimento in materia «Da molto tempo – spiegano gli autori – il mondo del vino catalizza su di sé un molteplice assortimento di conoscenze e competenze che abbracciano tutta la filiera produttiva, dal vigneto fino alle fasi della presentazione e commercializzazione: tutti gli attori di questo settore produttivo – siano essi enologi, agronomi, tecnici di vario tipo e produttori – sono chiamati ad acquisire maggiori professionalità ed a mantenerle attraverso un aggiornamento ed una formazione continui. Il volume che abbiamo redatto è aggiornato ai recentissimi cambiamenti del diritto europeo, con un approccio concreto ed un linguaggio tecnico ma non giuridico, che consente la lettura, scorrevole ed accessibile, di una materia spesso riservata ad un ristretto numero di addetti ai lavori. Effettivamente la materia, già articolata e fisiologicamente condizionata dalla regolamentazione europea, merita oggi un approfondimento dovuto alla recente riforma del quadro normativo».

Temi del volume I capitoli dedicati al circuito territoriale dei vini DOP e IGP, le pratiche ed i trattamenti enologici normati dal recentissimo Reg.(Ue) 934/2019, applicabile dal 7 dicembre scorso, il sistema dei vini biologici e biodinamici, la certificazione regolamentata e volontaria, il ruolo e funzionamento dei Consorzi di tutela fino alle norme che disciplinano l’enoturismo e l’etichettatura, rappresentano una guida per chi si avventura nel meraviglioso mondo del vino. Innovativa appare la trattazione degli standard volontari (gli standard ISO, i marchi collettivi e la blockchain), utili strumenti per il miglioramento delle performance aziendali e dell’autocontrollo delle imprese vitivinicole.

I commenti sono chiusi.