giovedì 28 maggio - Aggiornato alle 16:11

In Umbria la «prima vacanza dopo l’isolamento»: la stampa britannica spiega perché

Tra i recenti articoli dedicati all’Umbria quelli del Guardian e del Telegraph, con quest’ultimo quotidiano londinese che parla di «poco affollata alternativa alla Toscana»

Telegraph, articolo sull'Umbria

di D.N.

L’Umbria come meta ideale per una vacanza dopo la fine del lockdown da Covid-19. La stampa britannica ha pubblicato recentemente alcuni articoli per spiegare i motivi di questa affermazione e per ricordare al proprio pubblico le bellezze della nostra regione. Una bella “campagna” promozionale, in attesa di capire come sarà il rilancio turistico italiano e umbro e quando comunque qualche segnale promettente si intravede all’orizzonte per i prossimi mesi secondo quanto riferisce l’ENIT – Agenzia Nazionale Italiana del turismo.

Vacanze in Umbria Il quotidiano londinese The Telegraph ha pubblicato un articolo su alcune attrazioni dell’Umbria, intitolato ‘Perché la vostra prima vacanza dopo l’isolamento dovrebbe essere in Umbria, alternativa poco affollata alla Toscana’ a firma del giornalista Andy Lynes. Tra i recenti articoli sull’Umbria nelle pagine di The Telegraph ci sono anche ‘Le 10 migliori città dell’Umbria, e le cose più belle da fare in ognuna di esse’ e ‘Nove favolosi ristoranti in Umbria’ (marzo 2020), oltre a ‘Cinque angoli segreti dell’Umbria che i turisti non hanno ancora scoperto’ (dicembre 2019). The Guardian invece ha pubblicato un articolo sui libri ambientati in Italia, tra cui un giallo ambientato a Perugia, città visitata dalla giornalista autrice dell’articolo Liz Boulter. Entrembi i giornalisti, Lynes e Boulter, hanno visitato l’Umbria in occasione dei press tour organizzati nell’ambito dell’attività di promozione turistica svolta da Sviluppumbria per conto della Regione Umbria.

I commenti sono chiusi.