lunedì 10 agosto - Aggiornato alle 04:25

Gesenu svela tutti i suoi numeri: «Differenziata oltre 70%, puntiamo su economia circolare»

Presentato il primo ‘Bilancio di sostenibilità’: nel 2018 75,9 milioni di euro di valore economico creato e raccolte 130.300 tonnellate di rifiuti

La presentazione del Bilancio di sostenibilità Gesenu

Raccolta differenziata al 71,1 per cento con picco nel comune di Bettona, dove è al 79,6. Ma anche Perugia è buon livello col 64,5. È il dato riferito al 2018 degli otto comuni dove opera Gesenu, racchiuso nel primo ‘Bilancio di sostenibilità’ del gruppo, presentato nell’auditorium di Confindustria. Numeri, fra l’altro, nel frattempo migliorati: ad esempio a Perugia con l’estensione del porta a porta alla città compatta si è saliti oltre il 70 per cento a fine 2019.

I numeri In totale, con i suoi 527 dipendenti e i 75,9 milioni di euro di valore economico creato lo scorso anno, ha raccolto 130.300 tonnellate di rifiuti urbani (di cui 166.646 sono quelle trattate negli impianti del gruppo) raggiungendo 310 mila cittadini. L’energia prodotta da fonti rinnovabili è stata di 3.647 Giga Joule.

SCARICA IL BILANCIO DI SOSTENIBILITA’

Bilancio di sostenibilità Quello presentato dai vertici del gruppo alla presenza, tra gli altri dell’assessore all’Ambiente della Regione Roberto Morroni e di quello del Comune Otello Numerini, è il primo ‘Bilancio di sostenibilità’ che Gesenu predispone nel corso della propria storia, è anche il primo che viene redatto tra le utilities della Regione Umbria ed è, secondo Gesenu, «uno strumento di comunicazione avanzato e innovativo». Alla sua redazione ha partecipato l’intera struttura organizzativa della società, oltre alla collaborazione del presidente Wladimiro De Nunzio, e a tale scopo Gesenu ha effettuato per la prima volta un’analisi di materialità che ha interessato tutti i propri stakeholders.

Economia circolare «Le tematiche legate alla salvaguardia dell’ambiente, all’economia circolare ed all’etica del business – è stato spiegato – sono quelle che sono state percepite come predominanti». Durante l’incontro sono stati presentati dai vari relatori i contenuti del bilancio con riferimento ai suoi tre pilastri fondamentali, ambientale, economico e sociale e sono stati evidenziati gli effetti di mitigazione e miglioramento degli impatti che l’attività aziendale ha generato. Inoltre, sono stati illustrati i ritorni sotto il profilo del valore economico distribuito a vantaggio del territorio e dei dipendenti di Gesenu.

I commenti sono chiusi.