lunedì 6 aprile - Aggiornato alle 13:34

Fly Volare entro il 30 restituirà 250 mila euro. L’aeroporto: «Vogliono attivare nuove rotte da Perugia»

Il presidente dello scalo Cesaretti: «È una prima tranche». Ricci manda le carte a Procura e Corte dei conti

L'aeroporto di Perugia (foto F.Troccoli)

Fly Volare restituirà 250 mila euro all’aeroporto di Perugia entro il 30 novembre. A dirlo, in una nota, è il presidente dello scalo Ernesto Cesaretti. «L’operatore – spiega il presidente di Sase – ha informato l’ufficio legale del gestore aeroportuale che provvederà alla restituzione di una prima tranche di 250 mila euro entro il prossimo giovedì, 30 novembre. Resta nelle intenzioni di Fly Volare attivare nel prossimo futuro operazioni aeree anche sullo scalo umbro, per le quali verrebbe proposto a Sase un nuovo contratto». Intanto il consigliere regionale di opposizione Claudio Ricci torna sulla vicenda annunciando una nuova interrogazione alla Giunta e la segnalazione della questione alla Procura regionale della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di Perugia.

TUTTO IL CASO FLY VOLARE
FRECCIAROSSA,  A GIORNI LE RISPOSTE 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.