domenica 22 settembre - Aggiornato alle 14:11

Faurecia Terni, volumi in calo: -25% di fatturato, 14 lavoratori rischiano il posto

L’azienda metalmeccanica di Maratta è pronta a tagliare dieci operai e quattro impiegati, ipotesi incentivo all’esodo

Gli stabilimenti Faurecia

di M. R.

La crisi del settore automobilistico ha conseguenze dirette sull’azienda ternana Faurecia che produce marmitte; complice probabilmente una politica commerciale poco competitiva e un limitato numero di marchi serviti. Questo si traduce in un calo dei volumi che, stando alle previsioni, nel primo semestre 2019 comporterà il -25% in termini di fatturato, rispetto al budget preventivo. I vertici della metalmeccanica di Maratta stanno per questa ragione studiando un piano di riduzione costi che non risparmierà purtroppo i dipendenti che sono intanto in cassa integrazione.

Faurecia Sembrano così lontani i tempi in cui si parlava di una crescita dei volumi produttivi, invece era solo il 2017, non senza polemiche tra sigle sindacali lo sorso agosto. Ora per 14 lavoratori, di cui 10 operai e 4 impiegati, il management sarebbe pronto ad aprire un percorso di uscita volontaria con incentivo. Delle intenzioni aziendali sono già state informate le segreterie territoriali dei sindacati metalmeccanici e le Rsu di stabilimento. Nei prossimi giorni previste assemblee per valutare la proposta. L’azienda per ora non avrebbe quantificato l’importo dell’eventuale incentivo all’esodo ma non avrebbe neppure garantito il rinnovo dei contratti a tempo determinato che scadono il prossimo novembre. Le organizzazioni sindacali, nei prossimi incontri, punteranno a scopreire qualcosa in più ma anche comprendere quali strategie future la proprietà intende mettere in atto.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.