venerdì 21 settembre - Aggiornato alle 19:57

Ex Novelli, giunta di Spoleto: ‘Chiarezza stagione Musaio, Greco presentato al Mise come unica chance’

Dopo l’inchiesta per bancarotta e il sequestro delle società agricole, gli amministratori della città intervengono sull’industria alimentare

Saverio Greco (foto Rosati)

«Allarme per le condotte contestate a Saverio Greco dalla procura di Castrovillari (Cosenza), ma anche sulle circostanze che hanno preceduto e consentito la vendita del Gruppo Novelli». Così l’amministrazione comunale di Spoleto sull’inchiesta per bancarotta della procura di Castrovillari, a carico dell’imprenditore calabrese che con Alimentitaliani ha, prima, acquistato al prezzo simbolico di un euro tutti gli asset, poi, avviato un balletto societario su cui vogliono far chiarezza i magistrati e, infine, portato al fallimento la stessa Alimentitaliani.

Chiarezza su stagione Musaio In particolare la giunta comunale di Spoleto, con una nota, rileva come l’operazione di cessione al gruppo iGreco «fu prospettata, in sede ministeriale, come la migliore scelta possibile in quel momento, così come suggerito dagli amministratori dell’epoca del Gruppo Novelli», ossia il prof Alessandro Musaio, che per tre anni ha guidato l’industria alimentare, maturando altre passività e senza far fronte agli obblighi previsti dal concordato.

Informazioni carenti al Mise In questo senso l’amministrazione comunale riconosce la necessità di «verificare come sia stato possibile ciò che è effettivamente accaduto nell’ambito di una procedura che doveva essere controllata dagli organi del concordato e come sia stato possibile che questa situazione non sia stata adeguatamente rappresentata ai soggetti istituzionali che venivano convocati al tavolo del ministeriale per condividere scelte attestate come le migliori possibili».

Verità dalle inchieste Dal Comune di Spoleto, che come tutto il fronte istituzionale e sindacale ha pressato per la cessione ai Greco, si denuncia come «non sembra – prosegue l’intervento della giunta – sia stata data adeguata informazione neanche ai lavoratori che, in buona fede, manifestavano per spingere verso l’unica scelta indicata come salvifica e che oggi subiscono sulla propria pelle questo difetto di informazione». Quindi «l’augurio che quanto meno possano essere accertate le responsabilità che hanno condotto a questa situazione, il Comune – è la conclusione – farà la sua parte anche per evitare che fatti così gravi non si verifichino di nuovo».

4 risposte a “Ex Novelli, giunta di Spoleto: ‘Chiarezza stagione Musaio, Greco presentato al Mise come unica chance’”

  1. Carla ha detto:

    L’amministrazione di Spoleto intervine molto tardi, e’da tempo che si conosce questa situazione. C’e’ il sospetto che vogliono difendere i politici regionali.

  2. Carla ha detto:

    La giunta di Spoleto arriva in ritardo. Da tempo si conosceva la situazione disastrosa. I ns. politici hanno sostenuto i Greco artefici del disastro.

  3. Armando ha detto:

    Vogliono fare chiarezza!!!! E’ tutto molto chiaro a tutti l’ iter di questa vergognosa vicenda meno alla giustizia!!!! Ancor più chiaro nonostante tutto è il ruolo del nuovo curatore vicino alla famiglia calabrese. Vergognarsi sarebbe il minimo, ma a pagare sono centinaia di famiglie con i loro figli……senza dignità e moralità alcuna!!!

  4. Giampiero ha detto:

    Scusate voi dove eravate mentre tutta Italia sapeva chi erano i Greco?????…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.