domenica 22 aprile - Aggiornato alle 01:06

Ex Novelli al Mise, Greco apre alla restituzione delle Fattorie: in arrivo gli stipendi

Primo tavolo con i curatori dopo il fallimento di Alimentitaliani, produzione va avanti e atteso nuovo summit

Ex Novelli - stabilimento di Spoleto (foto Fabrizi)

Disponibilità a riconsegnare ai curatori fallimentari di Alimentitaliani le società ex Novelli acquistate un anno fa al prezzo simbolico di un euro e poi cedute ad altre società riconducibili al gruppo della famiglia Greco.

Greco restituirà società passate di mano Questo uno degli elementi più significativi emersi al tavolo del ministero dello Sviluppo economico, presente anche il viceministro Teresa Bellanova, tornata a occuparsi della ex Novelli, l’industria agroalimentare ceduta alla Alimentitaliani nel dicembre 2016, con un’operazione forzata avallata dagli enti locali ma non dai soci fondatori del Gruppo, che invano avevano chiesto maggiori garanzie prima della cessione. Alimentitaliani nel frattempo è fallita e negli stabilimenti di Spoleto, Terni e Amelia sono arrivati i curatori fallimentari Giorgio Meo e Fernando Caldiero, che già nei giorni scorsi avevano sollecitato la famiglia Greco a restituire le società Fattorie Novelli, Cantine e Bioagricola cedute a Poderi Greco e quindi non più nel perimetro aziendale di Alimentitaliani né sotto il controllo della curatela.

Ex Novelli continua a produrre In questo senso, confermano i sindacalisti presenti al tavolo ministeriale, il rappresentate di Alimentitaliani, il dottor Cribari, avrebbe assicurato « l’immediata disponibilità della famiglia a far rientrare in capo alla curatela le società cedute», ma sarà da vedere se alle parole seguiranno gli atti e quindi i fatti. Intanto, i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil, fanno sapere che i curatori nominati dal tribunale hanno «inviato segnali positivi dicendo di aver trovato un’azienda capace di continuare a produrre e allo stesso modo ci hanno riferito – si legge in una nota – di aver fornito rassicurazioni sia ai fornitori che ai clienti del Gruppo, tuttavia l’obiettivo primario resta il ricompattamento di tutte le aziende del Gruppo, comprese le Fattorie Novelli».

Saranno pagati gli stipendi In attesa della restituzione degli asset Novelli, che la famiglia Greco ha ceduto ad altre società a loro riconducibili, la riunione è stata aggiornata al prossimo 22 gennaio, quando nelle tasche dei lavoratori dovrebbe già essere entrato lo stipendio di dicembre, con il pagamento che i curatori hanno programmato per il 15 gennaio.

Una replica a “Ex Novelli al Mise, Greco apre alla restituzione delle Fattorie: in arrivo gli stipendi”

  1. Alessio Marchetti ha detto:

    Restituire per poi ricomprare tutto dal fallimento in quel di Castrovillari…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *