Quantcast
giovedì 30 giugno - Aggiornato alle 22:37

Domenica storica a Castelluccio: oltre 10 mila visitatori. Ancora fioritura

Coccia portavoce dei coltivatori: «Numero esagerato di turisti, credo mai così tanti. Soddisfatti nonostante problemi»

Castelluccio sabato 7 luglio (foto Principi)

di Chia. Fa.

«Riteniamo che ieri siano arrivati a Castelluccio oltre 10 mila visitatori, onestamente non mi pare di averne mai visti così tanti in un solo giorno». Tira le fila di una domenica storica per la frazione terremotata di Norcia, abbracciata in questi giorni dal mare di colori della fioritura, Gianni Coccia, presidente della coop dei coltivatori della lenticchia, gli artefici dell’esplosione di colori del Pian Grande, quest’anno di rara bellezza.

FOTOGALLERY

Oltre 10 mila a Castelluccio Senza Deltaplano e organizzati alla meglio con furgoni e tavoli, i commercianti terremotati di Castelluccio hanno accolto il serpentone di turisti proveniente da ogni angolo d’Italia e non solo: «Malgrado non sia stato possibile fornire un servizio adeguato ai turisti, mancando ancora le delocalizzazioni ma anche servizi essenziali come i bagni chimici – dice Coccia – siamo soddisfattissimi della domenica appena trascorsa che ha portato a Castelluccio un numero esagerato di persone per ammirare la fioritura che sicuramente sarà bellissima ancora per una settimana». I coltivatori della lenticchia Igp, infatti, si appuntano al petto anche il capolavoro di colori, considerato di rara bellezza «merito – dice Coccia – delle piogge che hanno dato intensità al rosso dei papaveri, che ora è predominante, ma inizia a farsi strada anche l’azzurro dei fiordalisi: da anni la fioritura non era così bella».

Ancora una settimana di fioritura Nonostante l’assenza di aree di sosta, il portavoce degli agricoltori spiega che «non ci sono state particolari criticità, le auto sono state parcheggiate lungo le strade e a un certo punto anche su un terreno, ma considerando il flusso di visitatori – dice – riteniamo siano stati tutti piuttosto disciplinati, complice la presenza anche dei carabinieri forestali, dei carabinieri arrivati come rinforzo, insieme ai vigili urbani e ai volontari della Protezione civile». Quindi la raccomandazione ai visitatori che, macchina fotografica al collo, si addentrano nei campi in fiore: «Noi siamo felicissimi di regalare immagini straordinarie a chiunque, ma invitiamo di nuovo a tutti a camminare lungo i solchi, così da evitare danni al raccolto». Come avvertono i cartelli spuntati a fine giugno e pure gli agricoltori, costretti a improvvisarsi guardiani dei campi di lenticchia.

@chilodice

 

I commenti sono chiusi.