Quantcast
mercoledì 28 settembre - Aggiornato alle 02:38

Dal comitato interno al manuale di formazione: «Ast esempio nella lotta al Covid-19»

Parola dell’ente di certificazioni Dnv Gl, attestato ad Acciai speciali Terni per le misure adottate nell’evoluzione dell’epidemia

Foto Facebook AST

«Acciai Speciali Terni rappresenta un modello di comportamento contro il Coronavirus». A dirlo è la Dnv Gl-Business assurance, uno dei principali enti di certificazione e verifica a livello mondiale che ha valutato il modo in cui il colosso siderurgico ha affrontato l’emergenza Covid-19 avvalendosi del proprio modello organizzativo nei processi di prevenzione rischi, ovvero un Business continuity model che prevede livelli di attivazione, responsabilità e strutture organizzative definiti e documentati. «Questi fattori – attesta l’agenzia – hanno consentito una capacità di risposta tempestiva e talvolta preventiva rispetto alle disposizioni impartite dal legislatore nell’evoluzione della crisi».

MAGGIO AST, FERMATA PRODUTTIVA ALL’ORIZZONTE

Acciaieria di Terni A darne notizia è la stessa Ast che, dopo aver messo a punto tutta una serie di misure e norme comportamentali all’interno dei propri siti, ha anche lanciato un contest tra tutti i dipendenti per ottenere ulteriori proposte di miglioramento dell’attività in termini di salute e sicurezza nel processo di contenimento del Coronavirus. «Ast – avrebbe scritto Dnv Gl – ha provveduto a mettere a disposizione le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione dei piani d’azione, scaturiti dalle indicazioni del Business continuity committee, composto dalle funzioni aziendali più pertinenti con lo scenario pandemia. Un altro tassello è costituito dalla creazione di un Comitato congiunto, con la diretta partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori, che costituisce una valida soluzione organizzativa per la condivisione delle informazioni e la rapida definizione di azioni di risposta all’evoluzione del contesto epidemiologico».

Dnv Gl Nell’attestato viene anche segnalato l’efficace utilizzo dei canali di comunicazione interni «finalizzati alla costante informazione del personale in merito alle misure di mitigazione e prevenzione attuate, alla sensibilizzazione del personale sui comportamenti da adottare per ridurre i rischi da contagio ed agli aggiornamenti normativi applicabili (a livello nazionale e regionale). Sono stati adottati efficaci canali di comunicazione esterni verso gli altri stakeholder, attraverso i quali sono state diffuse le informazioni in merito alle misure introdotte nelle varie fasi della crisi (es. comunicati del top management, pubblicazioni web, filmati, ecc.). Degno di nota per fruibilità e contenuti il Manuale per la formazione e l’informazione dei dipendenti di Ast, messo a punto sul Covid-19 che illustra le misure messe in atto e i riferimenti da contattare in caso di necessità e destinato ai lavoratori per coinvolgerli in prima persona come parte attiva e propositiva, anche nei confronti dei colleghi, delle persone prossime, al fine di contrastare la diffusione dell’epidemia».

LOTTA AL CORONAVIRUS, PAROLA AI LAVORATORI

Ast «Un grande riconoscimento – commentano dai piani alti di viale Brin – una tappa importante nel percorso intrapreso da Ast per la messa in campo di ogni forma di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori. Un impegno particolarmente complesso contro un nemico fino ad oggi sconosciuto, che ha modificato profondamente il modo di vivere lo spazio di lavoro, di rapportarsi ai colleghi, di gestire i momenti di pausa e di ristoro. Nulla potrà tornare come prima e dovremo essere capaci di fare nostre regole che non conoscevamo e attenzioni che non avremmo ritenuto importanti: piccoli sacrifici che potranno tutelare noi e le nostre stesse famiglie».

I commenti sono chiusi.