lunedì 18 febbraio - Aggiornato alle 03:06

Coop Centro Italia compra Superconti, c’è la firma: «Manterremo marchio e livelli occupazionali»

Un negozio Superconti a Terni (foto U24)

C’è la firma. Il Gruppo Superconti è ufficialmente di Coop Centro Italia. Mercoledì mattina nello studio del notaio Giuseppe Brunelli si è concluso l’iter di confronto per la cessione delle quote della società delle famiglie Conti e Antognoli. A darne notizia è direttamente una nota congiunta delle due parti che definiscono il rapporto intercorso in questi ultimi mesi, scaditi anche dall’istruttoria dell’Antitrust, come «serio, costruttivo e di reciproca lealtà e fiducia».

Coop compra Superconti Il nuovo gruppo dirigente della società Superconti, naturalmente indicato da Coop Centro Italia, sarà guidato in qualità di presidente da Antonio Bomarsi, al suo fianco nei panni di vice Gianni Barbetti. La rassicurazione fornita nei mesi scorsi viene poi confermata a poche ora dal rogito direttamente da Coop: «Il marchio Superconti, di antiche tradizioni, sarà conservato per valorizzarne al massimo il radicamento presso i consumatori, ma saranno mantenuti gli attuali livelli occupazionali nonché i relativi contratti di lavoro al fine di valorizzare – si legge in una nota – sia il percorso compiuto dalle due realtà territoriali che lo sviluppo della capacità di soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori».

Bomarsi e Barbetti alla guida In particolare, Coop ha acquisito il controllo esclusivo delle tre società del Gruppo Superconti, vale a dire Grandi magazzini Superconti spa, Superconti supermercati Terni srl e Superconti Service srl, e quindi dei relativi 32 esercizi commerciali. Complessivamente sono 860 i dipendenti del Gruppo, unità che salgono a 1.200 se si considera l’indotto delle ditte che svolgono servizi per la realtà delle famiglie Conti e Antognoli, oggi ufficialmente passata in mano a Coop Centro Italia. Sul valore dell’operazione le bocche restano cucite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.