Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 03:02

Confindustria Foligno, bis al vertice per Bocci e Proietti. Ecco chi c’è nel consiglio direttivo

Assemblea di un centinaio di imprenditori confermano presidente e vice: tra le priorità «cybersecurity e intelligenza artificiale»

Proietti e Bocci

Corrado Bocci confermato alla presidenza di Confindustria Foligno per il biennio 2022-2024. Bis anche per Elena Proietti, che resta così vicepresidente per altri due anni. I due imprenditori, lui titolare della Pav.I., che costruisce infrastrutture stradali, lei export manager della Errepi di Bevagna, che produce mezzi agricoli, hanno incassato la fiducia dei rappresentanti di circa cento imprese di Foligno e comprensorio, che complessivamente contano 3 mila dipendenti.

Ecco chi c’è nel consiglio direttivo L’assemblea di Confindustria Foligno, a cui ha partecipato anche il direttore generale Simone Cascioli, ha anche rinnovato il consiglio direttivo composto da 18 uomini e tre donne: Giacomo Paolo Barnocchi (Edotto), Nicolò Bartolini (Connesi), Giovanni Bartoloni (Sitem), Paolo Bazzica (Bazzica), Marco Bizzarri (Bizzarri), Emilia Chianella (Ecoindustria), Gianluca Ciani (Ciani Group), Dromo Faffa (Methodos consulting), Andrea Fioretti (Officine di Trevi), Mariano Gattafoni (BTree), Iulo Maracchia (Praim servizi contabili), Nadia Mariotti (Colorificio Mariotti), Alessandro Mela (Emmedue), Elia Metelli (Luigi Metelli), Alessio Miliani (Fertitecnica Colfiorito), Michele Pagnotta (Vega tecno service), Roberto Romagnoli (Centrale metano Foligno), Serena Santagata (La Quintana centro medico), Alessandro Silvestrini (Silvestrini assicurazioni), Guido Strati (Lechler) e Giuseppe Trivelli (Trieco servizi ambientali).

Tra le priorità «cybersecurity e intelligenza artificiale»
«Lavoreremo su obiettivi semplici, ma allo stesso tempo ambiziosi, per essere sempre più un riferimento per le imprese del territorio» ha debbo Bocci, presentando il programma del prossimo biennio, spiegando che si proseguirà «sulla traccia di ciò che abbiamo iniziato, sperando che il Covid non ci tarpi le ali così come è successo nel primo biennio. Intendiamo continuare a collaborare con gli enti locali, alcuni progetti sono stati già avviati ad esempio quello sulla digitalizzazione del Comune di Foligno. La digitalizzazione – ha concluso – è uno dei nostri driver e, avvalendoci dei servizi specializzati di Confindustria Umbria, cercheremo di realizzare nuove iniziative dedicate a cybersecurity e intelligenza artificiale».

I commenti sono chiusi.